mercoledì 25 gennaio 2012

BENE..DIRE


Benedizione

La parola “
benedire
”, significa letteralmente “
 Bene…Dire

 Dire…Bene
 nel senso di pronunciare delle parole che arrechino il
massimo bene!
Studi esoterici gnostici affermano che la vera “
 Bene…Dizione
” apre un
canale attraverso il quale le influenze del Cielo possono scendere sulla
Terra.
La benedizione può anche essere definita come una qualità di
pensiero/sentimento/emozione, che ci permette di ridefinire ciò che
proviamo rispetto a qualcosa che ci sta facendo ancora soffrire o che ci ha
fatto soffrire in passato.

In lo scopo della benedizione è quello di
liberarci dalle nostre esperienze negative o dolorose.
Per rilasciare le nostre emozioni, dobbiamo riconoscere (bene…dire) tutti
gli aspetti che ci feriscono. Attraverso l’atto di benedire, ci assumiamo il
potere di lasciare andare le ferite più profonde e i sentimenti non risolti.


Ecco un semplice esempio di benedizione:
Io benedico_______________________________
Inserire nome di persona, malattia, organo, noi stessi, ecc.

Prendere l’abitudine di benedire e ringraziare sempre (il cibo, la
giornata, ecc.) e qualunque cosa ci capiti (buona e meno buona) ci fa solo
che bene.
Il ringraziamento neutralizza i veleni che si producono al nostro interno, a
causa degli stati negativi dell’essere.
E per concludere, ricordiamo che nulla può resistere dinnanzi alla

riconoscenza


 “La pratica quotidiana della gratitudine è una delle vie
attraverso le quali ti arriva la ricchezza“
[ Wallace Wattles 1860-1911 ]
Quando ringrazi
 come se avessi già ricevuto quello che vuoi
, trasmetti
un potente segnale all’Universo. Un segnale che comunica che possiedi già
quella cosa, dato che provi
gratitudine
per il fatto di averla.

fonte il pensiero che cura di MarcelloPamio

Nessun commento:

Posta un commento