sabato 12 maggio 2012

ZONE DEI SOGNI: PUNTI KONVERTER

 massaggiando con l'olio i punti "konverter" - caviglia destra, polpaccio sinistro, pieghe interna delle ginocchia, dietro della coscia sinistra e gluteo destro - si può condizionare il nostro modo di sognare. 
Il dottor Antonio Miclavez segue da più di vent'anni Peter Mandel e ci spiega: "Gia nel 1935 il prof. Giuseppe Calligaris stimolava con una piuma alcune zone della pelle facendo ricordare ai suoi pazienti fatti dimenticati dell'infanzia e immagazzinati nell'inconscio. 
Mandel utilizza invece stimoli chimici, cioè il suo olio esogetico, potenziandone l'efficacia con l'applicazione di luci colorate. L'attività onirogoga - stimolante dei sogni - degli oli essenziali è conosciuta da migliaia di anni. 
Nella medicina ayurvedica indiana e nei libri degli Esseni si elencano oli e erbe per sognare - dalla rucola al rafano alla belladonna". 

Con l'olio essenziale di Salvia Sclarea si provocano sogni psichedelici e in laboratori di ricerca si è scoperto che "sniffate" di aromi di Salvia inducono una specialissima attività onirica in cui si mantiene la consapevolezza di sognare. 
Basta versare alcune gocce di olio essenziale sul cuscino o deodorare la stanza da letto 20 minuti prima di coricarsi. 
Prosegue Miclavez: "Il sogno è un momento di libertà incondizionata dell'individuo. Nel sogno si può fare quello che si vuole. Il sogno a livello inconscio ha un effetto catartico che libera tensioni emotive relegate nell' inconscio. 
E' il primo segnale di guarigione di squilibri psichici e di malattie psicosomatiche. Se si sopprimono i sogni - si sono fatti esperimenti in laboratorio - si altera l'equilibrio emotivo con gravi danni psichici. 
Chi sogna molto ha in genere un buon equilibrio psichico. **ahem....mi devo preoccupare?!?!? 
Per il medico è di vitale importanza scoprire i mezzi per stimolare l'attività onirica." 

Chi vuol scegliersi un bel sogno può provare a sfregare con una spazzola di saggina, per un minuto, i punti Konverter di Mandel e poi massaggiarli con 5 - 8 gocce d'olio esogetico poco prima di addormentarsi, ricordandosi di tenere vicino al letto carta e matita. 
Nel trattamento di Mandel non è importante interpretare ciò che si sogna ma si deve semplicemente descrivere e comunicare il sogno a chi è disposto ad ascoltarci. 
Il paziente imparerà col tempo a trovarne il senso, a sognare quello di cui ha bisogno e così pian piano a curarsi modificando le abitudini malsane. 

Ilaria Marcuzzi è un'ostetrica che ha usato l'olio esogetico per far sognare i suoi pazienti ma anche per la preparazione al parto. 
Ci dice: "La mia esperienza con l'olio esogetico è incominciata con un corso di cromopuntura del dottor Miclavez. 
Sono rimasta affascinata dall'olio. Cominciai a sperimentarlo lavorando sulle donne che preparavo al parto. All'inizio provai col massaggio dei polsi - la "zona della gioia" - scoprendo che le persone si rilassavano, diventavano più spigliate, più aperte. Poi con una mia amica cominciai a lavorare sui sogni applicando questa volta l'olio sui punti "Konverter" che conoscevo (sono anche dei punti importanti di agopuntura). 
La mia amica era particolarmente rigida e allora provai a massaggiare le zone correlate al " lasciarsi andare". 
La mia amica finalmente si sciolse e si rilassò. 
Poi provai con altre persone e il successo dei trattamenti mi stimolarono ad approfondire lo studio dei meridiani, della riflessologia plantare, della mano e dell'orecchio. 
Arrivai così ad intervenire con l'olio esogetico sulle donne in stato di gravidanza. Ad esempio eseguivo le applicazioni sul piede quando non c'erano le contrazioni del travaglio. Stimolavo con l'olio esogetico e il colore rosso le parti del tallone e l'area che corrisponde alla linea perinatale per sbloccare le tensioni che impedivano il travaglio corretto. 
Massaggiavo la linea della gestazione lungo tutta la colonna vertebrale abbinando la cromopuntura con il colore rosso. 
Io lavoro specialmente sulla line prenatale perchè è collegata con tutto l'aspetto psicologico della donna e con il delicato e misterioso momento del concepimento dell' incarnazione dell' anima del futuro essere che si sta formando nel corpo della mamma." 

I punti Konverter e le zone esogetiche dei sogni 
I punti Konverter rappresentano importanti relais di sfogo psichico. 
Le zone da massaggiare sono numerate e viene descritta la possibile associazione: zona esogetica e sogno corrispondente. 

Zona 1. Facilita l'insorgere di sogni riguardanti il lasciarsi andare. 
E' il punto konverter fondamentale per la risoluzione di problemi anali: fissure, emorroidi, prolasso. 
Malesseri associati al non lasciarsi andare. 

Zona 2. Sogni sessuali - massaggi anche dei punti 4 e 8. 

Zona 3 – 4. Sogni personali che riguardano la propria interiorità. 

Zona 5.
 Corrisponde al punto delle tossine dell'anima. Spesso sono sogni molto belli ma anche sogni che riguardano la vita vissuta dell' individuo. Massaggi anche ai punti 2 e 7. 

Zona 6. Nel mezzo del gluteo destro. I sogni evocati hanno a che fare con presa di coscienza e i sentimenti. Indicazioni di come vivere la propria vita. 
Massaggi anche ai punti 2 e 4. 

Zona 7
. Appena sopra la rotula. La rotula riguarda la zona mentale e i pazienti riferiscono di sogni con molte immagini che si alternano velocemente. Massaggi ai punti 3 e 5. 

Zona 8. 4 dita sopra la rotula. Qui sono i sogni dei desideri irrealizzati che stimolano il paziente sognatore a osare e fare finalmente un passo avanti. 
Massaggi anche ai punti 1 e 4. 

I punti vanno stimolati prima un minuto con sfregamenti di una spazzola, e poi massaggiati con 5-8 gocce d'olio esogetico per qualche minuto prima di addormentarsi. fonte link 




l'olio esogetico è costituito da un mix(22) di oli essenziali di erbe selvatiche rosmarino,lavanda,menta piperita,menta arvensis,salvia, eucalipto,timo,pino silvestre,pinus mugo,buccia d'arancia,garofano,
legno cedro, melissa,cannella, neroli,ginepro,anice, mentolo e altri





http://cromopuntura-cromos.blogspot.it/

1 commento: