mercoledì 30 settembre 2015

martedì 29 settembre 2015

LE ZONE EROGENE



La prima considerazione importante è che, sebbene le zone erogene siano abbastanza simili per tutti,possono variare considerevolmente da persona a persona; infatti possono essere più o meno estese, più o meno sensibili e diversamente distribuite.

Ci sono coloro che provano le sensazioni più forti se sono stimolati sulle labbra, altri sul seno, altri direttamente sulle zone genitali.

Le zone erogene possono essere distinte in tre categorie: quelle primarie, quelle secondarie e quelle terziarie.

Le zone erogene primarie sono le labbra, la lingua, i seni e quelle localizzate nell’area genitale: il pene ed i testicoli per l’uomo, la vulva (e soprattutto il clitoride) e la vagina.

Le zone erogene secondarie sono l’interno coscia, i glutei, il collo, l’ombelico, il ventre

Le zone erogene terziarie sono molte, come il palmo delle mani, la pianta del piede, le dita, la schiena…

http://www.tantraitalia.it/tecniche-tantriche/le-zone-erogene/


http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

lunedì 28 settembre 2015

Quando un desiderio ti afferra...


Quando un desiderio ti afferra, ne vieni disturbato; è naturale. Il desiderio ti spinge verso il futuro.
Come fare per non esserne disturbato? Il desiderio in quanto tale è un disturbo... se poi è molto intenso?
Dovrai fare qualche esperimento, solo allora capirai cosa significa. Sei in collera, la rabbia ti attanaglia, sei momentaneamente folle, posseduto, fuori di te.
All'improvviso, ricordati di non esserne disturbato, immagina di spogliarti. All'interno, denudati, spogliati della rabbia.
La rabbia sarà presente, ma ora avrai un punto dentro di te che non ne sarà affetto.
Saprai che alla periferia è presente la collera, come una febbre che scuote la tua superficie, ma la puoi osservare: se riesci a osservarla, ne rimarrai indisturbato.
Diventane un testimone, e non ne sarai disturbato. Di solito ti identifichi, dimentichi che la rabbia è qualcosa di esterno a te, per cui agisci, fai qualcosa mosso da quella collera.
Invece di riversarla all'esterno, verso la persona che pensi l'abbia provocata, muoviti verso l'interno, verso il centro del tuo essere. In questo modo potrai essere un testimone della parte di mente che è stata disturbata, ma al tempo stesso vedrai che tu non ne sei coinvolto.
Lo puoi sperimentare con qualsiasi desiderio, con qualsiasi cosa ti disturbi.
Ad esempio, un desiderio sessuale insorge dentro di te: puoi muoverti verso l'oggetto di quel desiderio, ma in questo modo ne sarai tanto più disturbato, quanto più ti allontanerai dal tuo centro.
Viceversa, più ti avvicini al tuo centro, meno ne sarai disturbato.
In ogni ciclone esiste sempre un centro che è indisturbato, nessun ciclone può esistere senza un centro silente. I cicloni della collera, del sesso, di qualsiasi desiderio... neppure loro possono esistere senza qualcosa all'interno che sia immoto.
Questa tecnica non parla di reprimere, in quel caso peggioreresti le cose: se è presente la collera, e tu ti sforzi di reprimerla, avrai un disturbo maggiore.
Viceversa, quando la collera è presente, chiudi le porte di casa, medita su di essa, lasciala esistere.
E tu resta dentro di te, indisturbato, senza affatto reprimerla e senza necessariamente esprimerla.
Allora conoscerai il tuo centro e metterai radici in esso: questo farà di te il padrone di te stesso.
Altrimenti resterai uno schiavo, e non di un solo padrone: ogni cosa ti dominerà e ti spingerà in direzioni e in dimensioni diverse, e non sarai mai integro, e per questo vivrai nell'angoscia.


Solo chi è padrone di se stesso può trascendere l'angoscia.
OSHO


http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

COME TRASFORMARE LE EMOZIONI NEGATIVE


Questo esercizio è utilissimo per trasformare le emozioni e i sentimenti negativi.

Identifica con chiarezza il tuo sentimento negativo (paura, rabbia, indecisione, tristezza,

etc.). Mentre stai vivendo questo sentimento, toccati con la mano sinistra l’orecchio

destro. Hai così creato un’àncora. Hai ancorato il sentimento negativo a questo

movimento. Toccandoti con la mano sinistra l’orecchio destro crei un’associazione

mentale-emozionale, uno stimolo che induce una reazione condizionata negativa. Ripeti

più volte questo movimento e riprova quel sentimento negativo, facendo scattare più

volte l’àncora. Assicurati che l’àncora produca la reazione negativa che vuoi eliminare. Se

non provi l’emozione negativa, ricomincia da capo: ricrea il sentimento negativo e

àncoralo di nuovo. Poi riprova a testare l’àncora per attivare il sentimento negativo.

Pensa ora a qualcosa che ti faccia provare un sentimento positivo. Àncora anche questo

sentimento, ma con un movimento diverso: toccati il ginocchio destro con la mano destra.

Pensa a un’altra sensazione positiva e àncorala una seconda volta, sempre toccandoti il

ginocchio destro con la mano destra. Fallo di nuovo, con una terza sensazione positiva.

Accumula quattro o cinque sensazioni positive una dopo l’altra associando il movimento,

fino a quando non arrivi al punto in cui quando tocchi il ginocchio destro con la mano

destra percepisci un flusso di sensazioni positive.

Il passo successivo consiste nell’eliminare la sensazione negativa sostituendola con la

sensazione positiva. Puoi ottenere questo effetto innescando le due àncore. Prova: tocca

l’orecchio destro con la mano sinistra e contemporaneamente tocca il ginocchio destro

con la mano destra. Senti il flusso positivo che neutralizza quello negativo e lo sostituisce,

fino a quando resterà soltanto il sentimento positivo.

Una volta attivate le àncore, puoi utilizzare questo esercizio ogni volta che provi

un’emozione negativa. Semplicemente attiva le due àncore contemporaneamente e

concentrati sul flusso positivo fino a quando non neutralizza il sentimento negativo e si

sostituisce completamente a esso.

Il Segreto in Pratica
50 esercizi per iniziare subito a usare il Segreto in ogni ambito della tua vita
Voto medio su 1 recensioni: Mediocre
€ 9.9
http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

LA RECITA DELL'AMORE



Come mai l’amore si trasforma in attaccamento?

La prima cosa da capire è che, se l’amore si trasforma in attaccamento, era solo un’illusione: stavi ingannando te stesso e pensavi fosse amore. In realtà, avevi bisogno dell’attaccamento e, se vai ancora più in profondità, scoprirai che avevi anche bisogno di diventare uno schiavo.
La libertà provoca una paura sottile: tutti vorrebbero essere degli schiavi. Tutti, naturalmente, parlano di libertà, ma nessuno ha il coraggio di essere davvero libero; infatti, quando sei davvero libero sei solo. Puoi essere libero unicamente se hai il coraggio di essere solo.
Ma nessuno ha il coraggio sufficiente per essere solo. Hai bisogno di qualcuno.
Perché? Tu hai paura della solitudine, ti annoi di te stesso. In realtà, quando sei solo, nulla sembra avere un significato. Se c’è qualcun altro, hai qualcosa da fare e crei significati artificiali intorno a te.
Poiché non sei in grado di vivere per te stesso, cominci a vivere per qualcun altro. Ma anche a lui accade la stessa cosa: poiché non sa vivere da solo, cerca qualcuno. Due persone, spaventate dalla propria solitudine, si mettono insieme e cominciano una recita: la recita dell’amore.
Ma in profondità stanno cercando l’attaccamento, il vincolo, la schiavitù.
Qualunque cosa desideri, prima o poi accade. Questa è una delle più grandi disgrazie del mondo: tutto ciò che desideri accade, prima o poi l’otterrai.
Se l’amore fosse autentico, non si trasformerebbe mai in attaccamento. Nel momento in cui dici alla persona che ami: ‘ama solo me’, hai cominciato a possedere.
E quando possiedi qualcuno, lo hai insultato profondamente, perché lo hai trasformato in un oggetto.
Se ti possiedo, non sei più una persona, ma solo un altro pezzo del mio mobilio… una cosa. È l’accordo secondo il quale adesso nessun altro potrà utilizzarti. Entrambi i partner si sentono schiavi e prigionieri. Io ti rendo schiavo, e in compenso tu rendi schiavo me.
A quel punto comincia lo scontro. Io voglio essere una persona libera, ma desidero anche possederti; tu vuoi conservare la tua libertà, ma anche possedermi: ecco lo scontro.
L’attaccamento è una delle cose più brutte. E dicendo ‘brutte’ non intendo solo dal punto di vista religioso, ma anche estetico.
Quando ti attacchi a qualcuno, hai perso la tua solitudine, hai perso tutto. Per il semplice piacere di sentirti necessario e vicino a qualcuno, hai perso ogni cosa. Hai perso te stesso.
Il punto è che cerchi di essere indipendente e fai dell’altro una tua proprietà… ma quest’ultimo sta facendo la stessa cosa.
Per cui, se non vuoi essere posseduto, non possedere. Da qualche parte Gesù ha affermato: ‘Non giudichiate, affinché non siate giudicati’. È la stessa cosa: non possedete, affinchè non siate posseduti.


Non tramutare qualcuno in uno schiavo,
altrimenti diventerai uno schiavo tu stesso”.
~OSHO~
http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

sabato 26 settembre 2015

Il Vero Amore


Il vero amore contiene l’elemento della gentilezza amorevole, che è la capacità di offrire felicità. Per rendere felice una persona bisogna esserci. Si dovrebbe imparare a guardarla, a parlarle.Rendere un’altra persona felice è un’arte che si impara.

 Il secondo elemento che compone il vero amore è la compassione, la capacità di togliere il dolore, di trasformarlo nella persona che amiamo. Anche in questo caso bisogna praticare il guardare in profondità per riuscire a vedere che tipo di sofferenza ha in sè quella persona. Spesso avviene che l’altra persona, compresa e sostenuta, sarà in grado di affrontare più facilmente le difficoltà della sua vita, perché sentirà che siete dalla sua parte.

Il terzo elemento è la gioia. Il vero amore vi deve portare gioia e felicità, non sofferenza giorno dopo giorno. 

Il quarto e ultimo elemento è la libertà. Se amando sentite di perdere la vostra libertà, di non avere più spazio per muovervi, quello non è vero amore

Thich Nhat Hanh-

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

scopri ciò che è immortale.



Dobbiamo confermare che tutto ciò che compare, scompare.
Tutto quello che hai concepito, tutto ciò che percepisci,
tutto quello che ti sta a cuore, che immagini, di cui fai esperienza, che ami - un giorno se ne andrà.
Tranne quella fonte da cui tutto questo sgorga, il nostro eterno essere.


Mentre il corpo è ancora caldo scopri ciò che è immortale.
Innamoratene completamente,
e non dovrai mai più soffrire per una perdita
perché la Verità non può morire, non può andarsene.
Ma tutte le forme cambiano; tutto ciò che sorge, cade.
Questo non deve essere vissuto con grande tristezza.
In realtà, è solo la modalità delle cose.
Non sei una cos
a.

Un giorno, speriamo che sia oggi,
saprai che tutte le cose e le loro apparenze
sono solo Lui, solo Questo.
Poi la paura svanirà, la tristezza sparirà, la sofferenza si dissolverà.
E' già iniziato questo risveglio.
Ti ha portato qui.
Fidati.

La felicità è la nostra natura:
Questa gioia, questa pace, questo grande amore, amore inesauribile.
Ma può sembrare che tutto questo sia nascosto dai condizionamenti e dalle false identità.
Per questo, il Satsang è anche all'interno del grande sogno;
è come una sveglia all'interno del sogno.

~ Mooji, Zmar 2015


http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

IO NON DIMENTICO ...







































http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

venerdì 25 settembre 2015

KAREZZA


Karezza è una tecnica molto importante che aiuta l’uomo e la donna a percepire e controllare le energie sessuali; si dice che il nome derivi dalla parola italiana “Carezza”, ma non tutti gli storici concordano.

Si basa sul fatto che l’uomo penetra la donna, e poi gli amati restano abbracciati completamente immobili; nessun movimento è permesso.

Quando l’uomo perde l’erezione, esce dalla penetrazione.

Gli amanti riprendono ad eccitarsi, e ricomincia la tecnica

Vediamo i vantaggi:

-molto utile per gli uomini che vogliono imparare la continenza sessuale

-aiuta moltissimo l’armonizzazione della coppia, è pertanto ideale praticarla nei periodi di tensione e difficoltà

-aiuta a diventare più sensibili verso l’altro e le energie, arrivando a cogliere anche piccole sfumature.

– dimostra come può essere bello e profondo anche il semplice contatto degli organi sessuali, senza nessun bisogno della rincorsa all’orgasmo e all’ eiaculazione


http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa


Amore e Tantra
Un percorso pratico per la felicità di coppia
€ 16

ESERCIZIO TANTRICO ; CONTRAZIONI PC


Avere dei forti muscoli sessuali è la base per diventare degli amanti tantrici, altrimenti è impossibile pensare di controllarli e di praticare con successo il Tantra.

Esiste uno specifico gruppo di muscoli che circonda gli organi sessuali, di estrema importanza per la salute generale e per il funzionamento di quest’ultimi.

Il nome corretto per questi muscoli è pubo-coccigei o “muscolo PC”, come di solito preferiamo chiamarli.

Ci si riferisce a questo gruppo di muscoli come a un unico muscolo poiché funziona come un’unità durante l’attività sessuale, ma in realtà può essere diviso in tre aree:

– l’area attorno all’ano;

– l’area del perineo, tra l’ano e il sesso;

– l’area che circonda il sesso.

Un “muscolo PC” forte e allenato è la chiave della buona sessualità sia per gli uomini che per le donne.

Contrazioni del muscolo PC

Uno dei modi migliori per allenare il muscolo PC è fare delle contrazioni.

Quando comincerete a fare le contrazioni, molto probabilmente non riuscirete a dividere il muscolo PCnelle sue 3 parti, ma si contrarrà tutta l’area.

Non vi preoccupate, è normale.

Col tempo e con l’impegno riuscirete a percepirle, e ad allenarle separatamente.

Di seguito vi proponiamo un allenamento molto efficace, che comprende 2 tipi di contrazioni.

-contrazioni brevi

Contrarre e rilassare velocemente il muscolo PC (o una sua parte) mantenendo la contrazione per 1 secondo e rilasciando per 1 secondo.

Se ne eseguono 10 consecutive per ogni sequenza.; si fanno cinque sequenze per ogni sessione di allenamento che sarà fatta 1 volta al giorno.

-contrazioni lunghe

Contrarre e rilassare i muscoli PC mantenendo la contrazione per 30 secondi e rilasciando per 2 secondi

Se ne eseguono 3 consecutive per ogni sequenza. Si fanno cinque sequenze per ogni sessione che sarà fatta 1 volta al giorno.

tratto da Amore e Tantra

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa


Amore e Tantra
Un percorso pratico per la felicità di coppia
€ 16

giovedì 24 settembre 2015

MEDITAZIONE; Totale Abbandono Nel Sesso


Qualsiasi cosa fai, falla in meditazione e totalmente - anche il sesso. È facile concepire come arrabbiarsi da soli, col sesso non lo è altrettanto, ma puoi anche creare un’orgia sessuale da solo, meditativamente. E dopo aver vissuto questa esperienza ti sentirai diverso. Mentre sei solo, chiuditi in stanza e muoviti come se fossi coinvolto in un atto sessuale. Lascia che il tuo corpo si muova come vuole. Salta e grida - fai qualsiasi cosa ti senti di fare. Falla totalmente. Dimentica ogni cosa - società, inibizioni, filtri mentali, schemi e programmi. Muoviti nell’atto sessuale da solo, con meditazione, ma mettici tutta la tua sessualità. Con l’altro, la società è sempre presente, perché è presente l’altro. Ed è difficilissimo essere in un amore talmente profondo da non sentire la presenza dell’altro. Solo in un amore molto profondo, in una intimità molto profonda, è possibile essere con il tuo amante o la tua amata come se lui o lei non ci fossero. Questa è intimità: essere nella stanza con il tuo amante o la tua amata come se fossi solo, senza aver paura dell’altro, in questo caso riesci a muoverti nell’atto sessuale totalmente. Altrimenti l’altro è sempre una presenza che inibisce. L’altro ti sta guardando: "Che cosa penserà lei? Che cosa penserà lui? Guarda cosa stai facendo? Ti stai comportando come un animale!"

Osho
http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa




Tantra, Spiritualità e Sesso

Tantra, Spiritualità e Sesso
Una introduzione al Vigyana Bhairava tantra e alcune risposte a ricercatori del vero
Osho

Compralo su il Giardino dei Libri

Siamo avvolti dall'oscurita'...



Siamo avvolti dall'oscurita' e il tempo fugge. Il sole non è ancora sorto e gia' abbiamo sprecato tutte le pietre preziose di cui è ricca la nostra vita. La vita è un tesoro immenso, e l'uomo non fa altro che buttarlo via. quando arriviamo a renderci conto dell'importanza della vita, ce la siamo lasciata sfuggire. Il segreto il mistero, la beatitudine, la liberazione il paradiso: tutto è perduto.
E la vita è andata sprecata

Osho
dal sesso all'eros cosmico

Dal Sesso all'Eros Cosmico Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere
€ 14
http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa

mercoledì 23 settembre 2015

Le tre fasi dell'Alchimia trasformativa: Nigredo, Albedo, Rubedo.

http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

QUELLO CHE PERDI ...



























http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa.

QUESTA E' LA CONSAPEVOLEZZA



“La mente non potrà mai essere intelligente solo la non mente è intelligente. Solo la non mente è originale ed è radicale. Solo la nonmente è rivoluzionaria rivoluzione in azione. Questa mente ti dà una sorta di stupore. Appesantito dal peso dei ricordi del passato, gravato dalle proiezioni del futuro, continui a vivere al minimo. Non vivi al massimo. La tua fiamma resta estremamente fioca. Allorchè inizi a lasciar cadere i pensieri, la polvere che hai raccolto in passato, la fiamma si anima, limpida, chiara, viva e giovane. Tutta la tua vita diventa una fiamma, e una fiamma priva di fumo. Questa è la Consapevolezza."


-- Osho

http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

martedì 22 settembre 2015

I CONSIGLI DI G. GURJIEV ALLA FIGLIA


- Finisci sempre ciò che hai cominciato
- Impara a ricevere e a ringraziare per i doni ricevuti
- Non occupare troppo spazio
- Se ancora non hai fede, imitala
- Mangia e dormi esattamente quanto sia necessario
- Non parlare dei tuoi problemi personali
- Non iniziare le amicizie inutili
- Non venderti
- Sii puntuale
- Non invidiare la proprietà e i successi altrui
- Mantieni le promesse
- Nelle discussioni, mettiti sempre al posto degli altri
- Se qualcuno ti ha superato, riconoscilo
- Supera le tue paure
- Trasforma il tuo orgoglio in dignità
- Sviluppa la tua immaginazione
- Paga il lavoro e i favori degli altri
- Fai in modo che la gente non provi per te la pena, l'ammirazione, la compassione
- Non contraddire, stai semplicemente in silenzio
- Non adornarti delle idee degli altri
- Non farti fotografare accanto ai famosi
- Sii il tuo giudice


(dalle memorie di Duska Hovart, la figlia di Gurjiev)

Olga Samarina

http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

lunedì 21 settembre 2015

COME APPLICARE IL CODICE DI GUARIGIONE


Una tecnica energetica potente di autoguarigione, efficace rimedio per guarire da ogni genere di malattia, attraverso la liberazione dello stress sottostante che la Causa.

Il Codice della Guarigione è una pratica che elimina alla fonte lo stress delle persone, nella considerazione che lo Stress sia la fonte di tutte le malattie. Questa potente, semplice ed efficace tecnica aiuta a guarire trasformando lo schema energetico distruttivo, la malattia, in uno schema energetico sano.

La scoperta del 
Codice della Guarigione, in realtà, rappresenta la scoperta di quattro centri di guarigione situati nel corpo. Questi 4 centri riescono a guarire alla fonte ogni malattia eliminando dal corpo lo stress che li aveva spenti, consentendo così al sistema immunitario di svolgere il suo "Programma Divino di autoguarigione".

Il 
Codice della Guarigione attiva nel nostro corpo il potere guarente della naturavis medicatrix naturae, in modo molto semplice perchè si tratta di eseguire un insieme di facili posizioni con le mani.


COME UTILIZZARE IL CODICE DELLA GUARIGIONE

La prima cosa da fare per utilizzare il 
Codice della Guarigione è individuare la problematica che si vuole risolvere.

1- QUAL'E' IL MIO PROBLEMA? DOVE SI TROVA?
  • CORPO FISICO: Può essere una malattia fisica manifesta: dal Raffreddore al Cancro. Con il Codice della Guarigione possiamo ottenere risultati ottimi e alcune volte miracolosi per qualsiasi malattia o problematica di natura fisica, anche ciò che riteniamo incurabile, inguaribile, impossibile. Vi dico una cosa: niente è impossibile nel mondo delle illusioni. Ma questo è un altro discorso.

  • CORPO EMOZIONALE: Può essere una dinamica emozionale, e qui ognuno di noi potrebbe scrivere un libro: ansia, panico, angoscia, depressione, rabbia, tristezza, odio, preoccupazione ecc. ecc.

  • CORPO MENTALE: Può essere una credenza negativa: Sono fatto così, Non cambierò mai, E' impossibile, Ormai non c'è più niente da fare, sono troppo vecchio, Non sono abbastanza intelligente, Non lo merito.

Individuate il problema che ritenete maggiormente pesante oppure, se avete più problemi, scegliete quello che avete voglia di risolvere da subito. Ovviamente per la prima categoria non è difficile: il sintomo e la malattia sono manifesti.
Per la seconda e la terza categoria di problemi spesso si rende necessario veniate in 
Studio per un affiancamento. Se non si è fatto un percorso di consapevolezza, alfine di rendersi conto della proprie problematiche, si tende a negarle. 

Individuato il problema si possono utilizzare 2 strumenti:

  • INDICATORE DI VALOREda 0 a 10 quanto il mio problema influisce sulla mia vita?
  • RILEVATORE DI RICORDIQuando è stata l'ultima volta che mi sono sentito così?

L'Indicatore di valore è semplicemente uno strumento che vi dice a che punto siete ed il Rilevatore di ricordi serve per riuscire ad andare alla causa del problema: più antico è il ricordo meglio è, nel senso che tutti i condizionamenti, ricordi, sintomi e malattie successivi legati ad esso, guariscono in automatico.
Dobbiamo subito dire che questi due strumenti non sono indipensabili ai fini dell'utilizzo del
Codice della GuarigioneFUNZIONA COMUNQUE!

Identificato il problema, che si tratti di malattia fisica, di emozioni o di credenze negative, passiamo alla seconda fase: scegliere un'affermazione positiva che contrasti col problema.

2- AFFERMAZIONE POSITIVA
Scegliete un'affermazione positiva che contrasti col problema, emozione, credenza negativa. Per esempio: se avete difficoltà a perdonare una persona, scegliete un affermazione che implichi la vostra voglia di perdonare: Mi permetto di essere amore, perdonare me stesso, Dio e la persona in questione. Se avete una malattia fisica basta affermare: Grazie! Sono Felice! Sono Guarito!. Chi conosce Ho'Oponopono, può utilizzare la formula per tutte le problematiche esistenti: Mi dispiace, perdonami, Grazie, Ti Amo.
Per ogni problematica scegliete un'
affermazione positiva.

3- 30sec. PER POSIZIONE
Scelta l'affermazione positiva, calcolate quante volte riuscite a dirla ad alta voce in 30s. Questo vi permetterà di non avere problemi dopo. Di solito, per esperienza mia, le volte variano dalle 10 alle 13. Guardate l'orologio e ad alta voce ripetete l'affermazione per 30s, in modo da capire quante volte riuscite a dirla.

Ricapitolando: 
  • Determinate la problematica che volete risolvere (Malattia fisica, Emozione o Credenza Negativa)
  • Trovate un affermazione positiva che contrasti con la problematica negativa.







ORA POSSIAMO INIZIARE IL CODICE VERO E PROPRIO!!



4- LA PREGHIERA



Il Codice della Guarigione inizia con una preghiera da recitare ad alta voce una volta prima di iniziare le posizioni con le mani che vedremo al punto successivo.



“Prego affinchè tutte le immagini negative conosciute e sconosciute, le credenze nocive, le memorie cellulari distruttive e tutti i problemi fisici collegati a_____________________vengano trovati, esaminati e guariti, colmandomi di luce, vita e amore divini. Inoltre, prego affinché l’efficacia di questa guarigione si moltiplichi per cento e più volte”
Inserite nella preghiera il problema che avete scelto di guarire e recitate la preghiera ad alta voce! Fatto questo possiamo passare ad eseguire le 4 posizioni con le mani.



1 POSIZIONE

TENERE LE MANI RIPETENDO L'AFFERMAZIONE POSITIVA
PER IL NUMERO DI VOLTE CALCOLATO(30sec.)

2 POSIZIONE
TENERE LE MANI RIPETENDO L'AFFERMAZIONE POSITIVA
PER IL NUMERO DI VOLTE CALCOLATO(30sec.)

3 POSIZIONE
TENERE LE MANI RIPETENDO L'AFFERMAZIONE POSITIVA
PER IL NUMERO DI VOLTE CALCOLATO(30sec.)

4 POSIZIONE
TENERE LE MANI RIPETENDO L'AFFERMAZIONE POSITIVA
PER IL NUMERO DI VOLTE CALCOLATO(30sec.)


5- SCEGLIETE LA VOSTRA FORMULA



Come vedete dalle figure ci sono 4 POSIZIONI! Nella Prima, nella Seconda e nella Terza ci sono 2 posizioni. Questo perchè vi sono malattie fisiche, indisposizioni ecc. che non permettono di fare la posizioni con le braccia sollevate, allora si opta per la posizione di riposo. Scegliete voi, tra le due proposte quale vi sentite di fare.



6- 30s PER OGNI POSIZIONE
Restate 30sec. su ogni posizione che equivalgono a dire ad alta voce l'AFFERMAZIONE POSITIVA per il numero di volte che avete calcolato in precedenza SU OGNI POSIZIONE!

7- 6 MINUTI


Dite l'affermazione positiva per il numero di volte calcolato e ad alta voce per tutte le 4 posizioni ad occhi chiusi. Mentre dite l'affermazione pensate ad una situazione, una persona, un paesaggio che vi faccia sentire bene. Potete pensare ad una cascata, un bosco, un tramonto, una spiaggia oppure a Gesù, la Madonna, Padre Pio, come desiderate. L'importante che non pensiate alla problematica per la quale state cercando di guarire, scegliete un'IMMAGINE D'AMORE.
Arrivati all'ultima posizione si RICOMINCIA DALLA PRIMA!. Continuate laSEQUENZA fino ai 6 MINUTI! Di solito si fa la sequenza per 3 volte. Se la fate due volte siete sui 5 minuti, se invece la fate 3 volte siete sui 7. L'importante è non smettere il codice a metà sequenza.



8- FINITO IL CODICE.



E ADESSO CHE FACCIO??


Continuate a fate il Codice della Guarigione ogni giorno per 3 volte al giorno! L'importante è farlo OGNI GIORNO, che poi è il consiglio che troviamo in ogni pratica "spirituale" di consapevolezza. Farlo ogni giorno significa informare il vostro Universo Quantico che: SONO PRONTO PER GUARIRE! LO VOGLIO!. Quindi è molto importante. Se avete un giorno balordo e non ci sono modi e mezzi per aiutarvi a farlo 3 volte, fatelo almeno 1 volta. L'importante è essere costanti e perseveranti.

Se fate il codice su una problematica è facile che ne esca un'altra.



ESEMPIO. Faccio il codice sulla mia incapacità di perdonare e il giorno dopo si paralizza il braccio destro. Succede! Si chiama "risposta di guarigione". Non preoccupatevi, quel braccio destro che si "blocca", si era già paralizzato chissà quando, chissà dove nella vostra vita. In questo caso fate una cosa:
Inserite nella preghiera questo sintomo togliendo la problematica su cui stavate lavorando. Potete usare la stessa affermazione positiva, oppure dire: GRAZE!SONO FELICE!SONO GUARITO! Fate il codice finchè il sintomo sgradevole non è scomparso. Poi ritornate sulla problematica orginaria.


IL CODICE DELLA GUARIGIONE E' UN PERCORSO DI GUARIGIONE
DELLO STRESS ACCUMULATO NELLA VOSTRA VITA,
TUTTO CIO' CHE NON E' STATO
ARMONIZZATO CON LA LEGGE DELL'AMORE.


E' UNA BACCHETTA MAGICA!
E' UN PERCORSO DI CONSAPEVOLEZZA
PERCHE' LA BACCHETTA MAGICA
SEI TU!

ESEMPIO
  • QUAL'E' IL MIO PROBLEMA:
Incapacità a Perdonare.
Sento che sono sempre arrabbiato, collerico, nervoso, a volte mi sento perso nel mondo, alterno momenti di rabbia a momenti di tristezza. Questo si chiama Incapacità a Perdonare.

  • AFFERMAZIONE: 
Mi permetto di essere amore, perdonare me stesso, Dio e (la persona in questione)

  • PREGHIERA: 
“Prego affinchè tutte le immagini negative conosciute e sconosciute, le credenze nocive, le memorie cellulari distruttive e tutti i problemi fisici collegati all'INCAPACITA' DI PERDONARE L'ABUSO SUBITO DA........... vengano trovati, esaminati e guariti, colmandomi di luce, vita e amore divini. Inoltre, prego affinché l’efficacia di questa guarigione si moltiplichi per cento e più volte”
  • APPLICATE IL CODICE DELLA GUARIGIONE

FARE IL CODICE FINCHE' NON SENTITE CHE IL PROBLEMA IN QUESTIONE,
LA SITUAZIONE, LA PERSONA, L'EMOZIONE NEL RIEVOCARLA
NON VI GENERA UN SENTIMENTO SGRADEVOLE!!!



BONUS DA SCARICARE
Bonus n. 1
Il Rivelatore di Problemi di Cuore
Un breve test i cui risultati includono un punteggio di valutazione di ogni problema di cuore che domina la vostra vita. Riceverete un documento personalizzato con i risultati approfonditi.
[ << Il Rivelatore di Problemi di Cuore >>]
Bonus n. 2
“Form Personal Tracking” per poter utilizzare e registrare il percorso di guarigione.
[ << Clicca qui per scaricare >>]
Bonus n. 3
Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione
[ << Clicca qui per scaricare >>]
Bonus n. 4
Scarica le 12 newsletter mensili “Life or Death: The Secret Spiritual Laws of Nature” del Dr. Alex Loyd[>>CLICCA QUI<<]
Bonus n. 5
I fondamenti spirituali dei Codici di Guarigione
[ << Clicca qui per scaricare >>]



LA QUINTA PROSPETTIVA: TRASCENDERE LO SPAZIO E IL TEMPO


Messaggio Planetario degli Hathor, tramite Tom Kenyon

Entrare nelle dimensioni superiori della coscienza richiede un cambiamento essenziale nella percezione di tempo e spazio.
Si tratta di un cambiamento cruciale della percezione, di cui desideriamo parlarvi utilizzando una prospettiva teorica e una tecnica pratica, che prevede l’uso di una meditazione sonora, creata a questo scopo.
La Teoria
Ci sono molti modi di vedere le dimensioni superiori. Quella che vogliamo condividere è una schematizzazione di base del modo in cui noi vediamo le dimensioni e delle sfide alle quali andate incontro, quando vi spostate in una realtà dimensionale più elevata.
La vostra realtà biologica incarnata (cioè il vostro corpo fisico) è ancorata nella terza e nella quarta dimensione della coscienza, secondo la nostra visione.
Avete una discreta familiarità con la tridimensionalità del vostro mondo. Il vostro sistema nervoso è sintonizzato su questa realtà. Il vostro complesso di cervello/mente/corpo è sincronizzato con la realtà fisica del vostro mondo. La vostra stessa sopravvivenza biologica dipende dal modo in cui vi muovete nello spazio che vi circonda. Inoltre, il vostro corpo, la vostra mente e la vostra coscienza sono ancorati nella vostra percezione del tempo.
I vostri livelli di coscienza delle dimensioni superiori, tuttavia, non sono confinati entro questi limiti. Sono liberi dalle costrizioni rappresentate dallo spazio e dal tempo. Ciò è dovuto al fatto che i vostri corpi di dimensione superiore non hanno massa o fisicità e, dunque, non sono influenzati dai campi gravitazionali.
Il tempo è estremamente influenzato dai campi gravitazionali. Per di più, la vostra percezione del tempo è influenzata dal condizionamento. La combinazione dei campi gravitazionali e dei condizionamenti sociali ha fatto sì che la maggior parte degli esseri umani si ritrovi smarrita nelle limitazioni di spazio e tempo.
In modo pragmatico, la vostra esperienza della “realtà” è il risultato del livello vibratorio con cui vi identificate. Quando vi identificate con le dimensioni superiori della coscienza, vi liberate dai limiti di spazio e tempo e agite in una realtà più fluida.
Quando vi identificate esclusivamente con la realtà biologica, vi trovate, a tutti gli effetti, intrappolati nello spazio e nel tempo.
Con questo messaggio, vi mostreremo un metodo che vi aiuterà a spostare la vostra identità personale dalle limitazioni del tempo e spazio percepiti, alla libertà delle dimensioni superiori, continuando, nel frattempo, a vivere la vostra vita quotidiana, nella civiltà e nella realtà dimensionale che è circoscritta da questi limiti (spazio e tempo).
Però, prima di spiegarvi il metodo, è necessario che approfondiamo un po’ di più la teoria.
Dal nostro punto di vista, il tempo è la quarta dimensione. Per noi, lo spazio e il tempo sono strettamente connessi. I vostri scienziati hanno confermato la teoria di Einstein, secondo cui gli oggetti che possiedono una massa, generano dei campi gravitazionali, i quali alterano sia lo spazio che il tempo.
Per noi, la quinta dimensione è la prima dimensione della coscienza al di fuori delle limitazioni di spazio e tempo (cioè le dimensioni tre e quattro). Gli esseri che sono nella quinta dimensione non hanno massa e, perciò, non sono soggetti agli effetti dei campi gravitazionali.
La quinta dimensione non ha fisicità, di per sé, ma ha, però, una forma, o degli oggetti. Tuttavia, dal vostro punto di vista, le forme della quinta dimensione risultano effimere – prive di sostanza o realtà.
Quando voi entrate nella quinta dimensione, sperimentate comunque voi stessi come forma (cioè corpo). E le cose che sono nella quinta dimensione vi appaiono solide quanto le forme che trovate nella vostra realtà attuale. Però, la vostra esperienza dello spazio sarà molto più fluida e il tempo, come punto di riferimento, non esisterà più.
Qualcuno dirà che tutti i vostri problemi si risolveranno magicamente e istantaneamente, quando entrate nelle dimensioni superiori. Non è questa la nostra esperienza. È solo che le difficoltà sono diverse. Anche le opportunità sono diverse, perché non siete confinati dai limiti di spazio e tempo, così come li sperimentate nella vostra realtà attuale. Questo vi dà maggiori opportunità di creatività e di quella che noi definiamo “evoluzione dimensionale”.
L’evoluzione dimensionale è lo sviluppo della capacità di essere consapevoli, simultaneamente, di molteplici dimensioni e di agire dentro di esse. Il viaggio verso questo stato di maestria può essere veramente lungo e tortuoso, poiché comporta il vivere in una specifica realtà dimensionale, mediante esperienza diretta. Ad esempio, la vostra vita incarnata attuale è, dal punto di vista dell’evoluzione dimensionale, un’occasione per acquisire la padronanza della terza e della quarta dimensione. È anche un’opportunità di sperimentare le dimensioni superiori, vivendo nel contempo un’esistenza incarnata. Una vita vissuta in questa maniera, accelera rapidamente l’evoluzione dimensionale e questo messaggio è codificato con livelli multipli di informazioni, per coloro tra voi che sono entrati in questo modo di vivere radicale.
Dalla nostra prospettiva, voi possedete una forma che è di tipo simil-umano fino alla nona dimensione. Ognuna delle dimensioni successive è più sottile (meno densa) della precedente. Per chi entra nella decima dimensione, la forma, così come la conoscete, scompare del tutto e si diventa di natura più geometrica.
Quando entriamo nella decima dimensione, diventiamo delle sfere. Non siamo quelle sfere che compaiono nelle fotografie e che la gente chiama “orbs”. I veri orbs, al contrario delle bufale o dei trucchi dei fotografi, sono degli esseri interdimensionali che hanno una geometria sferica. E, se osservate più da vicino queste sfere, esse riveleranno, al loro interno, dei labirinti complessi. La natura sferica degli esseri interdimensionali è una caratteristica comune e molti tipi diversi di esseri possiedono questa forma geometrica.
Quando entriamo nella decima dimensione, alcuni di noi diventano quello che noi definiamo Ethos, di cui abbiamo parlato in altri messaggi.
Ma riportiamo l’attenzione su di voi. Collettivamente, l’umanità viene attirata rapidamente nella quinta dimensione. Si tratta di un cambiamento evolutivo inevitabile, carico di pericoli e opportunità in egual misura e, ora, noi desideriamo discutere di alcune delle sfide che affronterete, non appena effettuerete questa transizione.
Ai fini di questa discussione, vorremmo suddividere queste difficoltà in tre categorie generali:
  • Sfide naturali della transizione di coscienza.
  • Influenze create dall’uomo.
  • Interferenze aliene.
Sfide che Avvengono Naturalmente
Le transizioni verso le dimensioni superiori sono problematiche, a causa delle radicali differenze di percezione tra gli esseri che sono limitati dalla gravità e quelli che non lo sono. In altre parole, sulla soglia fra la vostra realtà di terza e quarta dimensione, e la realtà di quinta dimensione, vi trovate davanti un “muro” costituito dalle differenze di percezione.
Infatti, alcuni individui che sperimentano la realtà di quinta dimensione, pensano di aver perso la testa. Il motivo è che lo spazio e il tempo percepiti vengono momentaneamente sospesi. La percezione è più fluida, nelle dimensioni superiori, e, quando entrate in queste dimensioni, siete al di fuori della vostra vita. È come se foste disconnessi dalla realtà e dalle esigenze della vostra esistenza terrena, il che può procurarvi un immenso sollievo o un immenso stress, a seconda della vostra condizione psicologica personale.
Quando la vostra coscienza si sposta nella quinta dimensione, la vostra identità personale cambia. Semplicemente, non riuscite più a identificarvi con la vostra esistenza terrena come facevate prima. Questa sfida, dal nostro punto di vista, è in effetti la più impegnativa, quando entrate per la prima volta nella quinta dimensione. Il transito dalla quinta dimensione a quelle successive è già più semplice, perché siete già avvezzi alla scomparsa dello spazio e del tempo come limiti.
Transitare nella quinta dimensione (e in quelle più elevate) richiede destrezza, da parte vostra, se dovete riuscire a vivere la vostra vita quotidiana e, nel contempo, fare posto a questa realtà allargata.
Una delle future capacità dell’umanità, a livello collettivo, sarà quella di vivere nella terza e quarta dimensione – nel senso di spazio e tempo, così come li conoscete ora – vivendo, simultaneamente, nella quinta dimensione, in cui lo spazio e il tempo non sono vissuti come limiti.
Questa duplice realtà offrirà all’umanità immense rivelazioni interiori e immense capacità, ma, come sempre accade, si tratta di una curva progressiva. E, molto probabilmente, molti tra quelli che leggono questo messaggio, sono più avanti, in questa transizione, rispetto al grosso dell’umanità. Questo potrebbe farvi sentire come uno straniero che vive in una terra aliena.
Influenze di tipo Umano
La vostra transizione dalla realtà di terza e quarta dimensione a quella della quinta e oltre, è resa ancor più difficile dalle influenze culturali o create dall’uomo.
Dalla prospettiva dell’evoluzione dimensionale, la struttura della vostra intera civiltà si fonda su un’illusione. L’illusione è che il vostro mondo sia solido e che lo spazio e il tempo siano realtà inamovibili, che non possono essere influenzate dalla vostra coscienza.
Mentre siete biologicamente costretti ad assecondare le esigenze della terza e quarta dimensione, nella vostra vita quotidiana, prestare attenzione al tempo e allo spazio percepiti è diverso dal credere che essi siano la sola realtà.
I vostri sistemi filosofici, religiosi e politici, di stampo territoriale, prosperano sulla protrarsi di questa illusione e dipendono da essa. Ma, secondo noi, il castello di carte che voi chiamate civiltà umana crollerà e si evolverà radicalmente, man mano che sempre più individui si libereranno dalle vite confinate, che vedono soltanto le realtà dimensionali più basse.
Rivolgiamo ora l’attenzione agli altri tipi di influenza che possono avere, e hanno, un impatto negativo sulla vostra transizione verso le realtà dimensionali più alte.
Il vostro eco-sistema è in una spirale negativa, il che rende sempre più difficile la sopravvivenza degli organismi biologici. Questo sta provocando un enorme stress a tutti gli animali e le piante, umani compresi. Alcune delle minacce al vostro eco-sistema sono di natura cosmica, come l’attività solare, i raggi gamma e altre forme di radiazione provenienti dallo spazio profondo. Alcune delle minacce derivano dai cambiamenti della Terra stessa, ma gran parte del degrado del vostro eco-sistema è causato dall’uomo, compresi – ma non sono certo gli unici – le emissioni di anidride carbonica e l’acidificazione degli oceani.
Non ruberemo tempo o spazio (è una battuta) per discutere ulteriormente questo argomento molto complesso. Ma chiunque creda che nella realtà ecologica del vostro pianeta sia tutto a posto, è nella negazione.
Questo ci porta ai gestori del potere, coloro che aumentano il proprio potere sottraendolo agli altri. Ci riferiamo, in questo caso, alle corporazioni, che diffondono disinformazione riguardo all’eco-sistema, in modo da perpetuare i loro interessi, a spese delle forme di vita del vostro pianeta.
Questo è un test di intelligenza per l’umanità e, se non vi svegliate collettivamente e capite che siete stati manipolati e raggirati dai gestori del potere – visibili e invisibili – il vostro eco-sistema continuerà a degradarsi e vi ritroverete davanti un futuro in cui non varrà la pena di vivere.
Interferenze Aliene
Parte di quella che definiamo interferenza aliena è di natura genetica e riguarda le manomissioni genetiche iniziali degli Annunaki. Questa civiltà aliena creò quella che, in sostanza, era una razza schiava, con lo scopo di estrarre oro, di cui essi avevano un bisogno disperato per consolidare le energie della loro atmosfera, ormai esaurita. Fu intrapreso un esperimento genetico, in cui i primi primati presenti sulla terra furono modificati geneticamente dagli Annunaki, per fungere da operai, da schiavi per le miniere. Dunque, intessuta nel codice genetico della vostra biologia, c’è una radicata tendenza all’asservimento e all’adorazione di quelli che voi percepite come “esseri divini”.
I primi umani percepivano gli Annunaki (e molti altri viaggiatori galattici e intergalattici) come Dei, ma quegli esseri erano soltanto così progrediti a livello tecnologico, che la loro sola presenza e le loro azioni sembravano magia, alle menti meno evolute.
Il punto di transizione dai limiti dell’esistenza di terza e quarta dimensione alla maggiore libertà della quinta dimensione e oltre, può rappresentare una sfida emotiva. Ciò è dovuto al fatto che l’immensa libertà percepita nella realtà delle dimensioni superiori può creare un disorientamento temporaneo. Questo genere di disorientamento è generato da due fattori: 1) La scomparsa dello spazio e tempo, percepiti come punti di riferimento e 2) la manipolazione degli Annunaki.
Se non vi siete liberati del modello genetico Annunaki di asservimento e adorazione, la vostra esperienza delle dimensioni superiori può essere contaminata.
Questo, a causa della semplice verità che esiste una moltitudine di esseri interdimensionali, alieni e non, che non vedono l’ora di colmare il vuoto, e che si nutriranno del vostro asservimento alla loro volontà e si glorieranno nella vostra adorazione.
Se è questa la vostra scelta, allora questa sarà la vostra realtà. Non c’è giudizio da parte nostra sul fatto che scegliate o meno questa cosa, ma riteniamo che una scelta di questo tipo sia infelice.
Il fulcro del nostro messaggio sono la libertà e il potenziamento personale, quindi vi avvertiamo, quando entrerete nelle realtà di quinta dimensione e oltre, di evitare le illusioni di stampo alieno sul fatto che esistano altri esseri ai quali dobbiate inchinarvi. Onorarli se sono onorabili, sì. Inchinarsi a qualcuno? Mai!
La Morte e la Quinta Dimensione
Quando spostate la vostra identità sulla quinta dimensione, la vostra storia personale in questa vita vi sembra come un sogno. Questo, perché avete trasceso le ancore sensoriali della vostra vita incarnata, e tutta la vostra storia, tutte le storie di questo universo, vengono sperimentate in forma di sogno.
Durante certi stati di coscienza profondamente allargata, questa natura della vita simile al sogno può essere sperimentata direttamente. Ma, per la maggior parte degli esseri umani, questa esperienza emerge solo attraverso il passaggio che voi chiamate morte.
Sono due i tipi di morte di cui vorremmo parlare. Il primo tipo di morte è la metamorfosi psicologica e spirituale che si verifica quando vi spostate nella realtà di quinta dimensione. Questo, spesso, può sembrare una specie di morte, perché il vostro orientamento abituale sulle realtà a base sensoriale scompare. Chi siete? Qual è il significato della vostra vita? Queste domande esistenziali fondamentali sono profondamente influenzate dalle transizioni nelle realtà di quinta dimensione e oltre.
E così, a coloro che stanno leggendo queste righe e che stanno passando alla quinta dimensione – o a una più alta – noi diciamo: non siate sgomenti dalla sensazione di fine che provate. La sensazione di morte imminente scaturisce in voi a causa della vostra transizione verso una realtà di dimensione superiore e non è un annuncio della vostra morte fisica.
Il secondo tipo di morte di cui desideriamo parlarvi è la morte della vostra realtà biologica (cioè il vostro corpo fisico). Al completamento del processo di morte, non riceverete più l’input sensoriale dal vostro mondo esteriore e la vostra esperienza di spazio e tempo (come li conoscete adesso) sarà obliterata. La cosa può disorientare parecchio, se non si è preparati. Può essere anche piuttosto esilarante, se capite la natura di ciò che sta succedendo.
Se vi identificate completamente ed esclusivamente come un organismo biologico, il momento della vostra morte può essere spaventoso. Se, però, avrete già assaggiato la libertà della realtà di quinta dimensione e oltre, la vostra transizione attraverso la morte sarà più facile.
Al completamento della vostra morte biologica, secondo la nostra prospettiva ed esperienza, vi troverete davanti tre portali. Il primo è un tunnel di luce. Il secondo è un portale aperto mediante l’energia di un guru o un salvatore. E il terzo è un portale, o un tunnel, che conduce verso il buio.
Il tunnel di luce è generato dal tubo pranico che scorre al centro del vostro corpo, che va dal perineo fino alla corona ed è un canale a forma di tunnel o di tubo. Al momento della morte, la vostra coscienza risale lungo questo tubo, che si apre verso un’altra dimensione di coscienza, attraverso il vostro chakra della corona.
Dall’altra parte di quel tunnel, c’è una luce brillante e potreste anche percepire di trovarvi su un ponte, che attraversa un ruscello o un fiume. Oltre il ponte, ci saranno le persone della vita che avete appena concluso. Potreste percepire quelli che sono morti prima di voi, compresi gli animali domestici che avete avuto, perché anche gli spiriti degli animali si trovano in questo reame. Se ci sono delle relazioni incomplete o delle questioni ancora irrisolte, con queste persone o esseri, potreste sentire un richiamo ad entrare in questa luce e, così facendo, rientrerete nella ruota della nascita e della morte e vi reincarnerete – molto probabilmente sulla Terra.
Il secondo portale è creato dalla volontà personale di un guru o di un salvatore. Entrare in questo portale, vi condurrà nel campo vibratorio del guru o salvatore con cui avete una profonda connessione. E, per chi è su questo percorso, entrare in questa dimensione di coscienza sarà il completamento di un desiderio profondo di stare con questo essere. La nostra avvertenza, qui, è che entrerete in un reame che non è definito soltanto dal conseguimento evolutivo del vostro guru o salvatore, ma anche dai suoi limiti.
Il terzo portale si apre sul buio. Ed entrare in questo portale vi conduce al Vuoto, la matrice creatrice da cui scaturisce tutto. Se scegliete questo portale e vi siete preparati ad affrontare questo livello di libertà, sarete liberi di esplorare altre dimensioni di questo cosmo e oltre, nel senso di stati dell’essere che trascendono tutti i fenomeni fisici. In questo reame di esistenza, potete diventare un esploratore di altre realtà, se lo scegliete.
Alcuni individui vanno in delirio, quando si trovano davanti alla vastità del Vuoto. Si affrettano a scegliere una nuova realtà, invece di prendersi il tempo di riposare nel potenziale di tutte le cose. Ne abbiamo parlato in un messaggio precedente, intitolato Stati Transitori di Coscienza.
Non c’è giudizio da parte nostra sul portale in cui scegliete di entrare durante il cambiamento dimensionale che chiamate morte. Ma pensiamo che per voi sia bene sapere in anticipo che cosa vi aspetta, così che possiate prepararvi alle scelte che sarete obbligati a fare dall’altra parte della vostra esperienza terrena.
La morte non è una fine. È semplicemente il completamento di un viaggio nello spazio e nel tempo. La morte è portatrice di nuove realtà potenziali e voi creerete queste realtà con le scelte fatte durante la vostra vita, oltre che con quelle che fate al momento della vostra morte.
Rivolgiamo ora l’attenzione ad un semplice metodo per allenare la vostra coscienza ad entrare nelle dimensioni superiori e ad entrare nella libertà della vostra realtà trascendente – liberi dalle limitazioni dello spazio e del tempo percepiti. Questo metodo si basa sull’uso di una semplice meditazione sonora per esplorare la libertà di coscienza che scaturisce quando spostate la vostra identità nelle dimensioni superiori.
Quando sperimentate questa soglia di coscienza, che noi chiamiamo Quinta Prospettiva, vi suggeriamo di evitare la tentazione dell’escapismo. Vi offriamo questo metodo, non come mezzo per sfuggire alle realtà della vostra esistenza incarnata, ma piuttosto come un mezzo per migliorare e arricchire la vostra esperienza di vita, dandovi accesso alla quinta dimensione e oltre.
Le realtà delle dimensioni superiori, prive dei confini del tempo e dello spazio percepiti, unite con le realtà della vostra esistenza biologica, creano un potente catalizzatore per l’evoluzione dimensionale e, secondo noi, questa va celebrata, non evitata.
La Quinta Prospettiva
La Quinta Prospettiva è, molto semplicemente, il riconoscimento che non siete limitati dallo spazio o dal tempo. È un atrio, un ingresso, verso la quinta dimensione e, da lì, verso le dimensioni successive.
È una percezione diretta, non soltanto un pensiero o un’idea. È un’esperienza viscerale generata tramite l’attivazione della capacità di padroneggiare lo spazio, nel vostro emisfero cerebrale destro.
Quando entrate in uno stato espanso di spaziosità, attraverso l’esperienza diretta, avviene uno spostamento di coscienza. Diventate testimoni della natura quasi onirica della vostra esistenza, della vostra vita e di tutti i fenomeni che vi circondano. Questo senso di libertà, questa trascendenza dello spazio e del tempo percepiti, vi può consentire di trattare le realtà della vostra esistenza incarnata in modi più creativi e ingegnosi e questo è il motivo per cui vi stiamo spiegando questo metodo.
Come vi abbiamo già spiegato, questo non vuole essere una forma di escapismo. La Quinta Prospettiva rappresenta davvero una tentazione della quale dobbiamo occuparci più a fondo, prima di procedere.
Quando entrate nella Quinta Prospettiva, che è la trascendenza dello spazio e del tempo percepiti, tutto quanto, nella vostra vita e nel mondo che vi circonda, sembra come un sogno. Ne siete completamente distaccati e vi può sembrare che la vita quotidiana sia come una danza per la quale non provate alcun interesse.
Se rimanete nella Quinta Prospettiva senza agganciare le realtà della vostra vita incarnata, entrerete in una bolla, ma, in termini di evoluzione dimensionale, non trarrete alcun beneficio da tale fuga.
Possiamo immaginare che restare nella bolla della Quinta Prospettiva possa essere la scelta migliore, per alcuni rarissimi individui. Ma, per la maggior parte delle persone, la Quinta Prospettiva è più utile come trampolino verso una creatività e una saggezza più profonde.
Quando lavorerete con la meditazione sonora, allenerete il vostro cervello/mente a entrare nella Quinta Prospettiva. La natura spaziale degli schemi sonori creerà una reazione nel vostro cervello/mente/corpo che apre la porta della Quinta Prospettiva e, alla fine, vi ritroverete in uno stato allargato di consapevolezza. Più lavorerete con la meditazione sonora, più forte diventerà la vostra capacità. Alla fine, arriverete al punto in cui potrete entrare nella Quinta Prospettiva nel bel mezzo delle vostre attività quotidiane – ed è questo l’obiettivo.
Quando vi trovate di fronte a una situazione difficile della vostra vita e siete in grado di risiedere, simultaneamente, nella Quinta Prospettiva, la pressione della situazione diminuisce. Ciò è dovuto al fatto che la vostra coscienza è meno limitata dalle circostanze. Avrete un piccolo “margine di movimento”, diciamo, e, con quella nuova libertà interiore, scaturiranno spontaneamente in voi nuove intuizioni creative e capacità di risolvere i problemi.
La Meditazione
Abbiamo chiamato questa meditazione Un Ponte Fra I Mondi. Essa stimola uno stato mentale che vi dà modo di sperimentare la libertà della Quinta Prospettiva.
Vi suggeriamo di ascoltare questa meditazione sonora con le cuffie o gli auricolari, in modo che le informazioni acustiche vengano indirizzate in maniera più diretta nel vostro cervello, senza la presenza di altri suoni dell’ambiente.
Quando iniziate l’ascolto, richiamate semplicemente la sensazione di essere circondati da uno spazio immenso. È la sensazione di essere circondati dallo spazio, che attiva le capacità del vostro emisfero cerebrale destro. Pensare di essere circondati da uno spazio ampio non attiverà questo potenziale. Dovete sentire o percepire in senso cinestetico voi stessi circondati da uno spazio ampio.
Se siete esploratori esperti della coscienza, potete approfondire l’esperienza percependo che non esiste alcuna barriera tra lo spazio esterno a voi e lo spazio interno del vostro corpo. In altre parole, il confine del vostro corpo svanisce temporaneamente, e non rimane altro che spazio. Semplicemente, mantenete questo stato mentale, mentre ascoltate la meditazione sonora. Quando la vostra mente inizia a vagare, riportatela sulla consapevolezza dello spazio e dei suoni che state ascoltando. Quando la meditazione è completa, vi consigliamo di prendervi qualche minuto per sentire che cosa succede dentro di voi.
Quando avrete padroneggiato l’abilità di entrare nella Quinta Prospettiva, usando questa meditazione sonora, sarete pronti a essere promossi e ad esplorare, utilizzando questa capacità nel corso delle vostre circostanze quotidiane. L’unione dei limiti della vostra vita incarnata con la libertà delle realtà di dimensione superiore, crea un interessantissimo paradosso e, entrando in questo paradosso, accelererete parecchio la vostra evoluzione dimensionale.
Gli Hathor
20 Aprile 2015

PENSIERI E OSSERVAZIONI DI TOM

Questa meditazione sonora (Un Ponte Tra I Mondi), dura circa 12 minuti. Ma, quando iniziate a sperimentare il metodo di ascolto dei suoni, mentre entrate nella Quinta Prospettiva (cioè la sensazione di spaziosità), non pensate di dover meditare su questo brano per tutta la sua durata. Certe persone troveranno che qualche minuto è tutto ciò che riescono a “gestire” e, se siete tra queste, vi consiglio di allungare lentamente il tempo, secondo le vostre necessità.
Paradossalmente, qualcun altro potrebbe desiderare che la meditazione sonora fosse più lunga. Se siete tra queste persone, basterà premere il tasto di ripetizione tutte le volte che volete – fino a un certo punto. Se vi fermate per fare le cose della vostra vita che devono essere fatte, come fare la lavatrice o lavare i piatti, direi che siete andati oltre e che dovreste ritornare sui vostri passi. E’ una questione di equilibrio.
Alla fine del mio commento è riportato il link per il file audio.
Non è consigliabile ascoltare questo brano o sperimentare la Quinta Prospettiva in situazioni che richiedano attenzione, come mentre si guida l’auto o si stanno utilizzando macchinari, dato che la combinazione delle due cose produce alterazioni mentali.
Chi ha ascoltato L’Elevatron, noterà delle forti somiglianze e vi suggerisco di leggere il messaggio precedente degli Hathor, Intensificazione dei Nodi Caotici e Smantellamento della Realtà 3Dper avere un’idea di com’è questa armonica fondamentale.
Nota tecnica: per chi fosse curioso riguardo alle differenze tecniche tra le due meditazioni sonore, Un Ponte Tra I Mondi è una versione estesa dell’Elevatron, con una equalizzazione ridimensionata, per migliorarne le intrinseche qualità calmanti. Avendo lavorato con la meditazione in svariati contesti, ritengo che questo brano sia piuttosto efficace come aiuto per raggiungere la Quinta Prospettiva.
In questo messaggio, gli Hathor fanno riferimento a due dei loro messaggi precedenti, L’Ethos e Stati Transitori di Coscienza. Credo che sarebbe bene leggerli, specialmente Stati Transitori di Coscienza. Se cliccate sui titoli, si aprirà la pagina dei messaggi, oppure potete andare sulla sezione Hathor del sito web (www.tomkenyon.com) e cercare tra i titoli.
Gli Esploratori della Mente esperti riusciranno a entrare piuttosto facilmente nella Quinta Prospettiva. Se siete nuovi all’esplorazione dei vostri mondi interiori, la Quinta Prospettiva potrebbe sembrarvi un po’ estranea, dato che è in netto contrasto con la normale percezione che la gente ha della realtà quotidiana. Ma la Quinta Prospettiva è, fondamentalmente, un’abilità del cervello, un modo per attivare l’intelligenza spaziale del vostro emisfero cerebrale destro.
Ed è attraverso l’operato del vostro emisfero destro, che sarete in grado di esplorare la vastità dello spazio interiore. Anche se il risultato di questa capacità cerebrale è uno stato mentale apparentemente esotico, come ogni capacità cerebrale, può essere sviluppato. Occorrono solo tempo e pratica.
Ogni volta che lavorerete con la meditazione sonora, come suggeriscono gli Hathor, costruirete dei nuovi circuiti neurologici, nel vostro cervello, che, alla fine, vi permetteranno di entrare nella Quinta Prospettiva e di trascendere lo spazio e il tempo con vera maestria – anche se non avevate mai provato niente del genere, fino ad ora.
Il segreto sta nella ripetizione. Più lavorerete con la Quinta Prospettiva, in congiunzione con la meditazione sonora, più il vostro cervello diventerà efficiente nel produrre questo stato mentale insolito e pieno di risorse.
Cliccate qui per ascoltare e/o scaricare la meditazione sonora Un Ponte Tra I Mondi.

INFORMAZIONI NON INERENTI A QUESTO MESSAGGIO

Canzone della Nuova Terra: Tom Kenyon e il Potere del Suono
La colonna sonora di questo film è disponibile sul nostro Negozio online, come CD o mp3. Sono comprese sette meditazioni sonore, che sono versioni più estese dei brani che compaiono nel film. Per ulteriori informazioni cliccate qui o andate al Negozio online, su www.tomkenyon.com
Nota: Questo CD contiene una versione da 15 minuti di Canzone per Gaia, lunghezza più che doppia della versione che compare al termine del film. Se siete interessati ad ascoltare questa commovente meditazione sonora per intero, potete trovarla sul CD singolo Ethos o nella serie di CD dei workshop La Sfera di Tutte le Possibilità.
La versione Deluxe in DVD del documentario, con le sessioni estese dei corsi e le esplorazioni curative sonore, è disponibile, sempre nel Negozio online.
Proiezioni Pubbliche
Il film Canzone della Nuova Terra si è guadagnato le lodi della critica, durante le molte proiezioni in tutto il mondo. Tra i tanti tributi di pubblico e critica, uno scrittore dell’Huffington Post l’ha definito il terzo film più commovente del 2014.
Queste reazioni da parte del pubblico sono la cosa veramente commovente, quello che, invece, non è commovente, per me, è il modo in cui la Sophia Films/Woody Creek Pictures non mi ha concesso alcuna voce in capitolo in merito alle proiezioni pubbliche del film.
Per rendere breve una storia molto sofferta, gli studenti e i sostenitori del mio operato, da oltre venti paesi diversi, hanno finanziato quest’opera, perché volevano vedere un film su di me e sul mio lavoro – che riguarda il suono, la scienza del cervello e la trasformazione spirituale. Il Regista del film ci disse che questo genere di finanziamento popolare era del tutto nuovo, per un documentario. Eppure, nonostante questo, la Sophia Films/Woody Creek Pictures si è rifiutata di considerare qualsiasi intervento da parte mia, riguardo al modo in cui questo film, su di me e sul mio lavoro, possa essere condiviso con proiezioni pubbliche.
Mi trovo, pertanto, nella scomoda e irritante posizione di dover proteggere il mio operato dichiarando pubblicamente i miei dubbi.
Canzone della Nuova Terra è, di per sé un’esperienza di trasformazione profonda.
Le sessioni sonore, per tutto il film, creano dei brevi stati alterati di coscienza, che modificano la percezione di coloro che vedono il film. Al termine di questa esperienza cinematografica le persone del pubblico sono più permeabili e aperte e dovrebbero essere loro concessi la grazia e l’onore di poter integrare l’esperienza per conto loro – senza suggerimenti da parte di altri terapeuti del suono o musicisti.
Eppure, la Sophia Films/Woody Creek Pictures ha promosso il film consentendo l’esibizione di performance musicali, a volte prima e a volte dopo il film. Io conosco le mie intenzioni, nel trasmettere i suoni che sono stati utilizzati per il film, ma non posso sapere le intenzioni di persone che non ho mai conosciuto.
Inoltre, i produttori conoscono la mia nota consuetudine di non promuovere altre persone o il loro lavoro. Desidero sia ben chiaro che non intendo promuovere alcun terapeuta del suono o musicista che abbia tenuto o terrà una sessione sonora prima o dopo il film. E ritengo questo aspetto delle proiezioni pubbliche un affronto all’integrità del mio lavoro.
Per la cronaca, sono fortemente contrario a sessioni sonore di qualsiasi genere, a cui vengano esposti gli spettatori prima o dopo la visione del film. E questo si basa sui 30 anni e più della mia esperienza nel campo della psicoacustica.
Il motivo della mia posizione è duplice: 1) le energie sottili prodotte da questo film hanno bisogno di tempo per condensarsi nei cuori e nelle menti del pubblico. Aggiungere un’altra energia o performance musicale, per quanto motivata da buone intenzioni, è un ostacolo per coloro che desiderano vivere un’esperienza pura del Lavoro e 2) il motivo per cui avevo accettato di fare questo film, fu, prima di tutto, perché vedevo, nelle arti cinematografiche, il potenziale per creare un catalizzatore di trasformazione molto forte, aprendo il cuore e la mente di coloro che vedevano il film. Quello spazio aperto non dovrebbe venire sfruttato da persone delle quali io non conosco le intenzioni.
Se avessi saputo che i produttori avrebbero gestito il pubblico in un modo che viola così tanto il mio senso etico personale, quando si tratta del Lavoro, non avrei mai accettato di dedicare quasi quattro anni della mia vita, e della mia energia, alla co-creazione di questo film.
Secondo me, è un disservizio approfittare degli spazi aperti negli spettatori. A essi dovrebbe essere concesso di integrare l’esperienza del film in modo personale. Non sottolineerò mai abbastanza quanto sia importante, per me, proteggere lo spazio interiore di ogni spettatore.
Il modo in cui viene proiettato il film, lo rende uno strumento per la performance di persone che non conosco. Non conosco le loro intenzioni mentre si esibiscono e questo mi crea un grossissimo problema.
Dato che non ho alcuna voce in capitolo su come questo film viene condiviso, chiedo a quelli tra voi che ritengono valido il mio lavoro, di diffondere la mia opinione su questo argomento, per favore. Vi prego di condividerla con il vostri amici e con la vostra sangha (comunità spirituale). Se usate i social media, vi prego di far conoscere i miei sentimenti alla vostra comunità online. E, se sapete che nella vostra zona c’è una proiezione, vi prego di far conoscere la mia opinione agli organizzatori.
Un’aggiunta alla Sezione Ascolto
Il Potere Personale Davanti alla Morte è un discorso che ho tenuto nel 2014, dopo aver assistito all’esperienza di pre-morte di mio padre, al modo in cui si è riabilitato da solo e a come si è liberato dalle grinfie della morte, con il potere del suo intento personale.
Il discorso dura 12 minuti e potete cliccare sul link che segue o andare alla sezione Ascolto del sitowww.tomkenyon.com
Se cliccate sul link, sarete condotti alla pagina di Accordo di Ascolto. Dopo aver accettato i termini, avrete accesso a tutte le meditazioni sonore e alle conferenze di questa sezione, che potrete ascoltare o scaricare a piacimento. Tutto questo vi viene offerto a titolo gratuito, per il vostro uso personale. Basta scorrere la lista dei titoli fino a trovare Il Potere Davanti alla Morte.
Cliccate qui per ascoltare e/o scaricare Potere Davanti alla Morte.
Il Mio Programma Corsi
Terrò tre seminari, nella seconda parte di quest’anno, in cui si concluderà il mio periodo sabbatico lontano dall’insegnamento. Se desiderate vedere il mio programma cliccate qui, o andate alla sezione Calendario del sito web www.tomkenyon.com
Vorrei sottolineare uno degli eventi previsti – In Compagnia degli Angeli – un seminario Intensivo di un solo giorno, presso il Symphony Space di Manhattan. Si tratterà di una rara immersione nelle canzoni dello spiritoe nelle energie sottili dei reami angelici. Queste energie ultraterrene saranno canalizzate da una schiera diesseri-spirito benevoli, provenienti da molte tradizioni spirituali diverse – non solo la tradizione Occidentale. Personalmente, mi aspetto che questo evento singolare sia di profonda trasformazione e di profonda guarigione, grazie alla diversità e alla natura di questi esseri insoliti, che dimorano nei reami della luce spirituale. Quello sarà il mio unico evento sulla Costa Orientale, per quest’anno.
Dato che i miei seminari tendono a riempirsi molto in fretta, se desiderate ricevere il mio Calendario, non appena viene pubblicato, vi prego di andare alla sezione “Contatti”, sul sito, e di iscrivervi per ricevere il calendario o i Messaggi Planetari degli Hathor, o entrambi. Noi non condividiamo le informazioni riguardanti le e-mail.
2015 Tom Kenyon – Tutti i Diritti Riservati   www.tomkenyon.com
E’ possibile copiare e diffondere questo messaggio su qualsiasi mezzo, purché in forma gratuita, non se ne alteri il contenuto e si includa la nota sui Diritti d’Autore. Da notare che la meditazione sonora Un Ponte tra Due Mondi, compresi tutti i file audio della sezione Ascolto, sono ad esclusivo uso personale. Essi non possono essere pubblicati su alcun sito web, né utilizzati per altri scopi, senza il permesso scritto dell’autore.



http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa