sabato 20 luglio 2019

FAI OGNI COSA CON GIOIA


FAI OGNI COSA CON GIOIA
«Prova questo esercizio:
per quindici giorni ...
come prima cosa ogni mattina ...
alzati con un incredibile entusiasmo – “l’essenza divina dentro di te” –
e stabilisci che oggi vivrai veramente
con un profondo piacere di esistere.


Poi inizia a farlo ... deliziandoti intimamente di ogni cosa:
fa’ colazione ...
ma mangia come se stessi mangiando Dio stesso;
diventa un sacramento!

Fa’ il bagno ...
ma ricorda che il divino è dentro di te: stai facendo un bagno a Dio.
In questo caso ...
la tua piccola stanza da bagno diventa un tempio ...
e l’acqua che scroscia su di te è un battesimo.

Ogni mattina ...
alzati con l’intima decisione ...
la certezza ... la chiarezza ...
la promessa fatta a te stesso ...
che oggi sarà un giorno incredibilmente bello
e tu lo vivrai al massimo.

E ogni notte ... quando vai a letto ...
di nuovo ricorda a te stesso
tutte le cose stupende che sono accadute oggi.
Quel semplice ricordarti le aiuterà a tornare di nuovo ...anche domani.

Ricorda semplicemente e poi addormentati sull’onda del ricordo
di tutti gli splendidi momenti vissuti oggi: i tuoi sogni saranno più belli; trasporteranno il tuo entusiasmo ...
la tua totalità ...
e anche nei sogni inizierai a vivere
con un’energia nuova.»
OSHO

La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it


http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

venerdì 19 luglio 2019

E' ORA DI RICOMPORTI E DI TORNARE IN TE

"...Nella vita accadono molte cose. A volte sei in cima, e altre volte sei in un fosso. A volte sei una fonte di energia per gli altri ed altre volte sei vuoto e non hai nulla da offrire. A volte sei impeccabile nelle tue parole ed azioni, a poi commetti un errore dopo l'altro. Certe volte sei estremamente egoista e dopo un po' ti sacrifichi e sei pieno d'amore incondizionato.
L'ampiezza di questa onda sinusoidale è diversa nelle persone diverse...


Viviamo nell'era del consumismo, e la maggioranza delle persone vedono anche i rapporti umani allo stesso modo: se c'è qualcosa da consumare, sono attirate alla fonte di consumo. Qualcuno del tuo circondario ti ha assaggiato abbastanza e così non sei più interessante. Sembra che tu abbia dimostrato la piena sincerità ed apertura... ma, aperto completamente, sei una persona senza mistero, e così pensano di averti già capito ed esplorato abbastanza.

Quando noi ci svuotiamo, sacrificandoci per il prossimo, il prossimo andrà a cercare qualcun altro, ahimè.

Quando sei vuoto, poco creativo e triste, quando hai dato tutto agli altri e non nasce in te nulla di nuovo, chi se ne accorgerà di te, chi avrà bisogno di te? Verrà qualcuno per completarti tramite la sua anima, per sostenerti, per darti da bere, per stare semplicemente accanto? Questi sono i tuoi pensieri in un periodo discendente...

Gli amici non rispondono, sembri di non esistere, il filo conduttore sembra che sia rotto. Gli ex caldamente amati diventano indifferenti, e la luce se ne va...
Sento le storie di alcuni attori, scrittori o altra gente famosa, quella che aveva dato l'anima, che abbandonano la vita con il senso della solitudine e del rifiuto.

Quando sei giù potrebbe sembrarti che la vita sia già vissuta, mentre le cose più importanti non sono mai accadute. E non c'è nella tua vita una persona che ti ama, capisce e accoglie, non c'è e non ci sarà mai più. Non esistono quelle persone per le quali ha senso fare qualcosa, coloro che potrebbero ricomporti quando sei uscito di strada.

Devi costruire una verticale dentro, trovare il tuo Centro, trovare Dio dentro di te.
Un giorno hai pure deciso di fare questa strada.. E così sarà. Accetta che nessuno possa dissetarti. Fidati del tuo io profondo e seguilo, per quanto questo sembri strano. Potresti sembrare triste o fuori dal mondo. Non cedere ai tentativi di chi ti vuole scuotere, è ora che torni a te, a sentire il tuo valore per te stesso, il valore della tua vita e del tuo mondo interiore. Non inseguire ciò che sfugge, non cercare colui che non c'è più.
Ricomponiti in Te, perché stanno tornando indietro le onde del tuo Oceano.
E' una tappa della tua vita. Accettala come un Dono, con gratitudine."

(Igumeno Eumenij)

Advanced Mind Institute
http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

lunedì 15 luglio 2019

" Non cercate la pace,

" Non cercate la pace,
Non cercate nessun altro stato che quello nel quale siete ora; altrimenti metterete in piedi un conflitto interiore e una resistenza inconscia.
Perdonate voi stessi per non essere in pace.
Il momento in cui accettate completamente il vostro non essere in pace, la vostra non pace viene trasmutata in pace.
Qualunque cosa accettate completamente vi porterà lì, vi porterà nella pace.
Questo è il miracolo dell'arrendersi.
Quando accettate ciò che è, ogni momento è il miglior momento.
Questa è illuminazione.... "

(Eckhart Tolle)
http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

sabato 13 luglio 2019

scopri la tua natura!

Come la natura dell' acqua e ' scorrere verso il basso e la natura del fuoco e ' elevarsi verso l 'alto, allo stesso modo esiste, nascosta dentro te, una particolare natura....
e, se tutti i condizionamenti che ti sono stati imposti dalla società , e che ti hanno avvolto, vengono rimossi, all' improvviso scoprirai la tua natura!

- Osho -

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

venerdì 12 luglio 2019

universo creatura vivente unica,

"Pensa costantemente all'universo come a una creatura vivente unica, che racchiude una sola sostanza e una sola anima; pensa come tutto sia assorbito in una sola sensazione di questa creatura; come tutto si compia grazie a un unico impulso, e tutte le cose siano causa comune di ciò che nasce, e quali siano il loro concatenamento e la loro connessione. Pensa spesso alla rapidità con cui passa e scompare tutto ciò che esiste e che nasce. Perché la sostanza è come un fiume che scorre perenne; le sue attività subiscono continue trasformazioni, le sue cause infinite modificazioni, e quasi nulla è stabile, neppure ciò che hai a portata di mano.


Pensa all'abisso infinito del passato e del futuro, dove ogni cosa svanisce. Non è insensato, allora, inorgoglirsi, affannarsi, lamentarsi come se il tormento che ci affligge fosse destinato a durare a lungo? Presto dimenticherai tutto; presto ti dimenticheranno tutti. In questo fiume in cui a niente è dato arrestarsi, a quale delle cose che rapide corrono via si potrebbe dar valore? È come se si prendesse ad amare uno dei passeri che si vede volare e subito frullar via. Breve è quindi il tempo che ognuno di noi vive, breve l'angolino della terra dove lo si vive, breve anche la più lunga fama presso i posteri, tramandata da generazioni di omiciattoli destinati ben presto a morire senza aver neppure imparato a conoscere se stessi, nè, tanto meno, chi è già morto da tempo.

Da un capo all'altro troverai sempre le stesse cose, di cui sono piene le storie antiche, quelle intermedie e le recenti, di cui sono ancora piene, oggi, le città e le case. Non v'è nulla di nuovo: tutto si ripete, e subito passa. In tutte le epoche troverai le stesse cose che capitano anche oggi: gente che si sposa, alleva figli, si ammala, muore, combatte, celebra feste, commercia, lavora la terra, adula, fa l'arrogante, sospetta, tende insidie, si augura la morte altrui, si lamenta del presente, ama, accumula ricchezze, aspira al consolato o al regno. Eppure non è più nulla in alcun luogo tutta la loro vita.

Chi ha visto le cose presenti, ha visto tutto: tutto ciò che è stato fin dall'eternità, tutto ciò che sarà per l'eternità. Tutte le cose sono infatti dello stesso genere e della stessa specie. Considera tutto quanto di fisico e di spirituale avviene simultaneamente dentro di noi in un solo attimo, e allora non ti sorprenderai se un numero molto maggiore di fenomeni, o piuttosto la totalità dei fenomeni, si produce simultaneamente in quell'essere uno e totale che chiamiamo universo. Tutto si trasforma, e anche tu sei in continua trasformazione e, in un certo senso, in continua dissoluzione. E così pure l'universo intero.

(Marco Aurelio - Pensieri)

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa


giovedì 4 luglio 2019

SPERIMENTA !

«Con me non esiste alcun dio.
Non c’è nessuno che ti perdonerà e la preghiera non ha alcun senso.
Devi cambiare.
Devi comprendere il meccanismo della trasformazione… è molto semplice.
Durante una passeggiata mattutina, quando gli uccelli sono gioiosi e gli alberi sono baciati dal sole e ti senti in pace, diventa consapevole.
Qualsiasi cosa succeda non dovrebbe accadere in uno stato di inconsapevolezza: sii semplicemente consapevole.
Ciò non vuol dire che devi verbalmente ripetere dentro di te: “Guarda, gli uccelli cantano. Guarda, gli alberi sono felici. Guarda, quanta pace si sente…”
Questo è il modo migliore per distruggere ogni cosa.
Non devi verbalizzare.
Devi sperimentare.
Ogni volta che scopri un momento che merita di essere goduto, in quel momento, sii consapevole. Piano piano la tua presenza attenta diventerà parte di te.
Ricorda, la consapevolezza opera proprio così: distrugge le identificazioni.»
OSHO: Om Shantih Shantih Shantih # 10

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa



lunedì 1 luglio 2019

UN'ARMONIA SILENTE

"Intona un suono in modo che sia udibile, quindi che lo sia sempre meno, man mano che il sentire si approfondisce in questa armonia silente."


Qualsiasi suono andrà bene. Ma se ne ami uno in particolare, andrà meglio, perché in quel caso non sarà solo un semplice suono. Quando intoni quel suono, intonerai anche una sensazione nascosta insieme a esso, e pian piano il suono verrà lasciato cadere, e rimarrà solo la sensazione. Il suono dev'essere usato come un passaggio verso la sensazione. Il suono è mente e la sensazione è il cuore. La mente deve essere usata come passaggio verso il cuore. È difficile entrare nel cuore direttamente, poiché per intere vite non l'abbiamo mai incontrato, quindi non sappiamo come fare per raggiungerlo.. Quella soglia sembra essere chiusa. Dunque, come prima cosa, intona un suono nel quale sia presente una sensazione. Ad esempio, puoi usare il nome della persona che ami; oppure, se ami un fiore, puoi usare il suo nome. Qualsiasi suono ti faccia sentire bene, allorché lo pronunci, allorché lo ascolti, andrà benissimo. Poi continua a ridurre il suono, in modo che sia sempre meno percepibile, finché anche tu abbia difficoltà a sentirlo. Lascialo svanire sempre di più, e sentirai il mutamento. Più il suono diminuirà, più tu sarai ricolmo di sensazione. E quando il suono scompare resta solo la sensazione. Questa sensazione non ha un nome: è amore, amore profondo, ma non sarà diretto verso qualcuno. Questa è la differenza.


Osho: Il sentiero del reale
http://oshoite.blogspot.com/2019/06/osho-unarmonia-silente.html
http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

 

martedì 25 giugno 2019

mantenendo solo l'essenziale ...

Quando l' albero esplode di vitalità ... fiorisce.
I fiori sono un lusso.
Solo quando ne hai troppa e non puoi contenerla ... esplode la fioritura.

La spiritualità é un fiore ...
è il massimo lusso.
Se siete traboccanti di vitalità ...
solo allora qualcosa come un fiore d'oro sboccia in voi.


William Blake aveva ragione quando ha detto: "L' energia è gioia.
Più energia avete ... più gioia avrete.
Il desiderio viene perché l'energia viene sprecata ...
e la gente ha dimenticato come contenerla.
Viene dispersa in mille e uno pensieri ... cose da fare ...desideri ... immaginazioni ... sogni ... ricordi.
E l'energia si perde in cose inutili che possono essere facilmente evitate.

Quando non c'è bisogno di parlare ...
la gente continua a parlare.
Quando non c'è bisogno di fare nulla ...
non riescono a stare seduti in silenzio; devono "fare".

Le persone sono inebriate con il fare ... come se il fare fosse una specie di intossicante ... li tiene ubriachi. Rimarranno occupate in modo che non abbiano il tempo di pensare ai veri problemi della vita.
Si tengono occupati in modo da non urtare se stessi.

Hanno paura - paura dell'abisso che sbadiglia dentro.
Questo è il modo in cui l' energia viene sprecata ...
e questo è il motivo per cui non ne hai mai troppa.

Dovete imparare a far cadere l' inutile.
E il novanta per cento delle cose che si fanno nella vita ordinaria non sono necessarie;
si possono facilmente abbandonare.

Siate quasi telegrafici ...
mantenendo solo l'essenziale ...
e avrete così tanta energia ...
che un giorno inizierete improvvisamente a fiorire ...
senza motivo.

🔹️OSHO 🔹️

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa


LE LEZIONI PROFONDE DI CARLOS CASTANEDA

1. E' inutile spendere la vita per una sola via, soprattutto se questa via non ha un cuore.

2. Non spiegare troppe cose. In ogni spiegazione si nasconde una scusa. Quando spieghi perché non puoi fare una o l'altra cosa, in realtà, chiedi scusa per le tue mancanze, sperando che chi ti ascolta sia clemente e ti perdoni.


3. Per estrarre il massimo dalla vita, l'uomo deve saper trasformarsi. Purtroppo, l'uomo si trasforma con grandi difficoltà, e molto lentamente. La cosa più difficile è voler cambiare veramente.

4. Non mi arrabbio mai con nessuno. Nessuno può fare qualcosa che meriti una mia reazione. Ci si arrabbia con qualcuno quando si sente che le azioni degli altri hanno importanza. Io da tempo non sento nulla di ciò.

5.Devi sempre ricordarti che la via è soltanto la via. Se senti che non devi seguirla, non restare su questa via, in nessun caso.

6. Per capire la realtà abituale per un altra persona, prima devi liberarti dalla tua realtà; questo non è semplice, occorre forza per rompere questa abitudine.

7.Agisci come se questo fosse un sogno. Agisci con coraggio e non cercare le giustificazioni.

8. L'ostacolo principale della maggioranza delle persone è il dialogo interiore. Quando l'uomo impara a fermarlo, tutto diventa possibile. I progetti più inverosimili diventano fattibili.

9.Di regola, la gente non si rende conto che in qualsiasi momento della vita, può buttare dalla vita qualsiasi cosa. All'istante. In qualsiasi momento.

10. L'unica saggia consigliera che abbiamo è la morte. Ogni volta che senti che va tutto male e ti sembra di stare davanti al baratro, girati a sinistra e chiedi alla tua morte, se è così. E la morte ti dirà che stai sbagliando, e che tranne il suo tocco non c'è nulla che abbia veramente significato. La tua morte ti dirà: "Non ti ho ancora toccato!"

11.Ognuno segue la sua strada, ma tutte le strade non portano da nessuna parte. Quindi, il senso sta nella strada, nel modo in cui cammini. Se stai camminando con piacere, è la tua strada. Se stai male, puoi lasciarla in qualsiasi momento, anche se dovessi aver già percorso un bel pezzo. E farai bene.

12. A noi serve tutto il nostro tempo e tutta la nostra energia per vincere l'idiotismo che abbiamo dentro di noi. Tutto il resto non ha importanza...

13. Ognuno di noi fa diventare se stesso o infelice o forte - da solo. In entrambi i casi dobbiamo fare lo stesso volume di lavoro.

14.L'arte del guerriero sta nell'equilibrio tra l'orrore di essere un uomo e il miracolo di esserlo.

15. Per diventare saggi, bisogna essere guerrieri, non bimbi che piagnucolano. Lottare senza arrendersi, senza lamentarsi, senza arretrare... e tutto ciò soltanto per capire che nel mondo non c'è nulla che abbia un significato.http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa