lunedì 31 dicembre 2018

SATSANG CON MOOJI

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

domenica 30 dicembre 2018

.. Un giorno capirai ,,,

"...Un giorno capirai che esistono le persone che non tradiscono mai, ma prima dovrai incontrare molti tradimenti.
...Un giorno capirai che il la bellezza esteriore non è niente rispetto a quella interiore, perché ciò che è esterno dura fino alla prima pioggia. E ciò che è dentro scalda sempre, anche quando si riduce ai carboni quasi spenti. Basta che tu soffi sui carboni, affettuosamente... il fuoco rinascerà e ti scalderà.
...Un giorno capirai che molte formule e massime che hai conosciuto nel mondo sono soltanto delle sequenze di parole, niente di più. Sono importanti le verità che hai scoperto tu, da solo.
...Un giorno capirai che la bontà, l'affetto, l'affetto sono le manifestazioni della forza interiore e non della debolezza ...".

Advanced Mind Institute
http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

Synchronized Brain

The "Synchronized Brain" program is based on the work of neurophysiologists. According to their research, the synchronization of the cerebral hemispheres has a beneficial effect on one's well-being. When the hemispheres work in unison, one is able to manage emotions, attain goals and concentrate more fully. Synchronization enables the brain to regulate the functioning of the entire body in a much better way. Studies indicate that many universally recognized geniuses--such as Johann Sebastian Bach and Albert Einstein--had synchronized brains.

Brain synchronization represents a significant advantage over the ordinary, erratic way of thinking. It will be much easier for you to prove your point because, logically, chaos always gives way to the emergence of order. You will make more reasonable decisions, and it will be difficult for others to manipulate you. Of course, while it isn't easy to synchronize the left and right hemispheres through the use of conventional exercises, it is much simpler to achieve it with neuro-acoustical technology. This fact has been demonstrated in the scientific research of T. Budzinskiy, J. Carter, S. Ostashko and others. Neuro-acoustical brain synchronization is used worldwide in the military as well as in the new field of cosmic medicine. Modern scientific research proves that neuro-acoustical meditation programs are able to synchronize the cerebral hemispheres. The benefits include a positive impact on the thought process, the development of intuition, the harmonization of emotion, the unification of all psychological aspects into one organized consciousness, the attainment of improved mentality, the control of emotional swings and a more constructive view of destiny.

Advanced Mind Institute has therefore developed the excellent "Synchronized Brain" program to such a level that it's more effective than the materials used in the military and cosmic medicine fields. The distinct feature of our program is its one-of-a-kind "3-M sonic technology," which comprises triple sound modulation and a special frequency component. That frequency doesn't cause you to tune into a specific rhythm, but instead it imitates the natural brainwaves.

It is a well-known fact that the best way to synchronize the cerebral hemispheres is to act upon them with frequencies ranging from 6Hz to 9Hz (the optimal one being 7Hz). Remember, each individual will have a unique response to the frequency exposure. That's why floating frequencies in the range of 6Hz to 9Hz are used in the program. By imitating the natural bursts of brain activity, the frequencies constantly change. The program seeks the frequency that is most suitable for the listener's brain.

Our exclusive feature--neuro-acoustical 3-M technology--processes the background sound with three types of modulation: amplitude modulation, panning and pitch. This method of processing dramatically increases the program's effectiveness in comparison to the outdated binaural rhythm technology.
The Synchronized Brain program has special features.

"Synchronized Brain" has specific objectives. If you'll follow the guidelines gives below, you'll sense the results after the very first session.
Never overuse the program, such as by listening to it as a form of background during any type of pursuit or by meditating with the eyes open.
Begin the program on an empty stomach or two hours after a meal.
It's important to be well hydrated while listening to the program. We recommend that you drink a glass of clear water (but no other type of liquid) shortly before the start of meditation.
Avoid any interruption as the program continues. It's a good idea to turn off your cell phone and any type of audible or vibratory reminder.
It is best to work with the program three or four times a week at most, doing so amid quiet surroundings or with the use of noise-cancelling headphones.
It's important to listen to the program only at a modest (medium) volume. High-volume playback will diminish the program's effectiveness. Listen to a short fragment and adjust the volume to the optimal level before you begin the meditation.
When you use a headset, be sure to wear it in the orientation indicated on the unit. The "L" side should be placed over the left ear.
It is recommended that you take a one-week break after 10 sessions. Then, your second 10-week session should be followed by a two-week break. This pace doesn't allow your brain to be saturated and become uncomfortable with the program. The effectiveness of the program may be compromised if you use it excessively.
It's a good idea not to combine this program with any other, even if it comes from the Advanced Mind Institute.
Never work with the program while under the influence of alcohol or any intoxicant.
If you should fall asleep while the listening to the program, don't worry. Simply deactivate the auto-repeat function on your player before the start of the session.
Be sure you're listening to the original program that you have downloaded from the Advanced Mind Institute website.
How does one meditate?

Assume any position that is comfortable for you; one in which your joints and muscles aren't stressed or tensed. Such a position should be one you can maintain for a reasonable amount of time. Close your eyes, and cease your internal chatter. Within a few minutes--usually fewer than ten--your mind and body will relax. You may find a more thorough explanation The Right Way to Meditate.

The program will guide you toward a state in which "the mind is asleep but the body is awake," where you won't be distracted by your thoughts but can instead concentrate on your breathing.

You should listen to the program using a headset only. Use a good-quality headset that covers the entire ear instead of using an earplug type.

You can work with the program at any time of day.

https://en.advanced-mind-institute.org/store/studying-and-learning/synchronized-brain/?affiliate=TRKCASWQK8H


http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

LA FRATELLANZA

Io concepisco un mondo senza povertà, senza classi, senza nazioni, senza religioni, senza alcun tipo di discriminazione. Io concepisco un mondo unito, un’umanità unita, un’umanità che condivide ogni cosa – materiale e spirituale – una profonda fratellanza spirituale …

Osho




http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

giovedì 27 dicembre 2018

Poesia: QUANDO HO COMINCIATO AD AMARMI di Charlie Chaplin

Quando ho cominciato ad amarmi davvero e ad amare,
mi sono reso conto che il dolore e la sofferenza emotiva
servivano a ricordarmi che stavo vivendo in contrasto con i miei valori. Oggi so che questa si chiama autenticità.


Quando ho cominciato ad amarmi davvero e ad amare,
ho capito quanto fosse offensivo voler imporre a qualcun altro i miei desideri, pur sapendo che i tempi non erano maturi e la persona non era pronta, anche se quella persona ero io.
Oggi so che questo si chiama rispetto.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero e ad amare,
ho smesso di desiderare una vita diversa e ho compreso che le sfide che stavo affrontando erano un invito a migliorarmi.
Oggi so che questa si chiama maturità.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero e ad amare,
ho capito che in ogni circostanza ero al posto giusto e al momento giusto e che tutto ciò che mi accadeva aveva un preciso significato.
Da allora ho imparato ad essere sereno.
Oggi so che questa si chiama fiducia in sé stessi.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero e ad amare,
non ho più rinunciato al mio tempo libero
e ho smesso di fantasticare troppo su grandiosi progetti futuri.
Oggi faccio solo ciò che mi procura gioia e felicità,
ciò che mi appassiona e mi rende allegro, e lo faccio a modo mio, rispettando i miei tempi.
Oggi so che questa si chiama semplicità.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero e ad amare,
mi sono liberato di tutto ciò che metteva a rischio la mia salute: cibi, persone, oggetti, situazioni e qualsiasi cosa che mi trascinasse verso il basso allontanandomi da me stesso.
All’inizio lo chiamavo “sano egoismo”, ma oggi so che questo si chiama chiama amor proprio.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero e ad amare,
ho smesso di voler avere sempre ragione.
E cosi facendo ho commesso meno errori.
Oggi so che questa si chiama umiltà.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero e ad amare,
mi sono rifiutato di continuare a vivere nel passato
o di preoccuparmi del futuro.
Oggi ho imparato a vivere nel momento presente, l’unico istante che davvero conta.
Oggi so che questo si chiama benessere.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero e ad amare,
mi sono reso conto che il mio Pensiero può rendermi miserabile e malato.
Ma quando ho imparato a farlo dialogare con il mio cuore,
l’intelletto è diventato il mio migliore alleato.
Oggi so che questa si chiama saggezza.

Non dobbiamo temere i contrasti, i conflitti e
i problemi che abbiamo con noi stessi e con gli altri
perché perfino le stelle, a volte, si scontrano fra loro dando origine a nuovi mondi.
Oggi so che questa si chiama vita.

Charlie Chaplin

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

sabato 22 dicembre 2018

"QUALSIASI PROBLEMA POTREBBE ESSERE RISOLTO BALLANDO".

"..Esistono le vie brevi per la felicità, e la danza è una di queste." (Fred Astor)

"...Il nostro corpo conserva dei ricordi più remoti, molti dei quali vengono dall'infanzia. I blocchi muscolari possono nascere a causa dell'insicurezza che provavamo, causa del nostro modo di pensare. Anche l'educazione ricevuta incide. I blocchi interiori si manifestano anche all'esterno. 



E quando camminiamo gobbi, con la testa china o tra le spalle, ci sentiamo fisicamente ancora peggio.

Nasce un circolo vizioso:
- insicurezza
- blocco muscolare
- cattivo umore
- blocco muscolare ancore più marcato
- irritabilità, chiusura in se, e così via...


Le persone che hanno paura spesso alzano le spalle, nascondendo dentro la testa. Nella sezione cervicale, sotto i muscoli, passa la principale arteria del tronco cerebrale. I muscoli comprimono questa arteria, provocando alcuni sintomi negativi, come il mal di testa. E con la formazione del "percorso muscolare delle paure" una persona può angosciarsi anche in assenza di una causa reale.

Possiamo aiutarci da soli, senza ricorrere agli specialisti? Si, con la danza. Durante una danza spontanea voi ascoltate il vostro corpo, e lo vedete esprimere le vostre emozioni più profonde.
Potete usare una musica qualsiasi, ma è meglio ballare scalzi e avere abbastanza spazio libero intorno.
Potreste ballare il vostro rancore, la vostra paura, la vostra rabbia. Potreste riempirvi di gioia, immaginandola come un simbolo (per esempio, il cuore è il simbolo dell'amore... e la felicità con quale simbolo potrebbe essere presentata?). Immaginate questo simbolo, dategli un colore, e finite così la vostra danza.

Tra l'altro, la danza spontanea possiede un altro effetto positivo, confermato da molte persone che la praticano. Se non sapete come risolvere un problema, formulate la domanda e smettete di pensarci, iniziando a ballare. Quando avrete finito, socchiudete gli occhi e lasciate il corpo oscillare, senza pensare a nulla. Potrebbero venirvi (subito o presto) delle idee interessanti.

"Qualsiasi problema potrebbe essere risolto ballando..."

(Natalia Oberderfer)


Advanced Mind Institute Italiahttp://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

venerdì 21 dicembre 2018

LA MEDITAZIONE DEL PERDONO


CIO' CHE NON E' STATO PERDONATO....

...distrugge la salute. Delle emozioni negative "pesanti" come il rancore e la delusione agiscono sulle cellule viventi, oggi l'ha provato anche la scienza. I rancori non curati non se ne vanno mai da soli. Accumulandosi, si trasformano in stanchezza, e poi in malattie.

...distrugge i rapporti. Se non pulite il sibconscio dai vecchi rancori, dalla vecchia rabbia, permettere a tutte queste emozioni negative di fare il loro lavoro, di anno in anno, e poi vi fate delle domande: perché mi avevano offeso o tradito.. e di chi è colpa?


... distrugge le carriere: basta immaginare una persona che pensa continuamente ai suoi insuccessi passati; il tempo lavorerà contro di lei.

Ne vale la pena di trascinare il peso del passato?
I ricordi fanno proiettare all'infinito il film sul passato facendovi rivivere gli stessi momenti chi vi avevano procurato il dolore. Questi ricordi portano via la vostra energia, perché alimentate il passato.

Qual'è la via d'uscita?
Tornare al passato per trasformare il dolore in gioia, il rancore in perdono, l'aggressione in amore, perdonare qui ed ora SE STESSI e tutti i partecipanti degli psicodrammi del passato. Ringraziare se stessi e gli altri per una lezione e per quell'esperienza che vi ha permesso di salire su un gradino più alto, di diventare più consapevoli.

Una recensione:

"Oggi ho iniziato la meditazione delle frustrazioni, ne avevo voglia, sete, fame, ma ho aspettato di fare almeno per una settimana quella del perdono.Mi sono sentita ripulire, visualizzavo, immaginavo..boh...una ..non so come spiegare, una pala , una ruspa..un'enorme righello che entrando dalla sommità' del mio capo spalava, mndava in giu' fino ai piedi e poi fuori fino al centro di madreterra cio' che era da togliere. sentivo i piedi formicolare mentre usciva e vedevo fluire questa cosa fino al centro dove diventava un tutt'uno col magma e si rigenerava in nuovo nutrimento anziché' in schifo che avevo dentro. In automatico mi sono venute alla mente situazioni passate "frustranti", cose a cui non pensavo.
Non vedo l'ora arrivi domani per continuare questo viaggio di acquisizione leggerezza. grazie di avermi ascoltata." (Maria Grazia)

https://it.advanced-mind-institute.org/store/emozioni-e-umore/la-meditazione-del-perdono/?affiliate=TRKCASWQK8H



Il programma "La meditazione del perdono" è uno strumento importante e necessario per la sintonizzazione del nostro corpo energeticoinformazionale (il nostro "bozzolo vibrazionale"). Perdonare una persona, oppure una situazione, dal punto di vista energeticoinformazionale, significa "rattoppare" i buchi nei nostri corpi sottili, attraverso i quali perdiamo molta energia. Il peso dei rancori è quello tra i più brutti, ed è necessario liberarsene. Ognuno di noi conosce il sentimento di rancore, avendolo nutrito più volte, nella vita.

Non ci pensiamo mai, ma potremmo nutrire il rancore non solo verso una concreta persona, ma anche verso il destino, verso il paese dove abitiamo, verso la nostra civiltà e così via; tutto può essere l'oggetto del rancore: una persona, un essere inanimato, una situazione. Molti guaritori credono che dei rancori radicati possano causare una moltitudine di gravi malattie, tra cui anche il cancro, succhiando via molte nostre energie. Ecco perché è molto importante “sradicare” ciò che sta nelle profondità del subconscio.

Occorre notare che molti rancori nascono senza fondamenti; nascono, per esempio, solamente perché le azioni di una persona non hanno trovato corrispondenza alle nostre aspettative. Il rancore di per se stesso è soggettivo, e può nascere senza alcuna base oggettiva. A volte ci offendiamo apposta, per avere un vantaggio personale: per esempio, una ragazza potrebbe dimostrarsi offesa solo per farsi dare una prova dei sentimenti del suo fidanzato.

Ognuno di noi presenta un groviglio di rancori: verso i genitori, verso il capo, verso gli amici, i colleghi... Essendo molto abituati a questo sentimento, abbiamo smesso di percepirlo come qualcosa di negativo per noi, ma non è così. Siamo noi per primi a risentirne gli effetti negativi, e non l'oggetto del rancore.

Un rancore tira l'altro: tutti, di sicuro, conoscono delle persone perennemente offese e rancorose; per loro, anche una parola sbagliata può infliggere una profonda ferita psicologica, solamente perché questa persona è già predisposta a questo tipo di reazione.

I rancori, le paure ed altre emozioni negative possiedono le loro frequenze. Di solito si collocano nella banda 144-396 Hz, e sono proprio quelle frequenze che sono capaci di ferire il nostro bozzolo vibrazionale.

Il programma “La meditazione del perdono” lavora con queste frequenze, facendo il “rattoppo” del bozzolo vibrazionale. Ma un semplice ascolto del programma non basterà; occorre liberarsi del peso dei rancori, perdonare tutti coloro che vi hanno offeso. In realtà, questo non è affatto semplice.
Quando voi pensate al dolore che avete provato, il vostro rancore vi sembra più che logico, più che ovvio. Bisogna scavalcarlo: facendo così voi state facendo del bene prima di tutto a VOI STESSI.


https://it.advanced-mind-institute.org/store/emozioni-e-umore/la-meditazione-del-perdono/?affiliate=TRKCASWQK8H
http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

Seminate il bene

Tanti anni fa, quando ancora non facevo il relatore, ma ero già al Servizio – perché si entra nella propria missione dopo che già ci si è consacrati a lavorare per la Gerarchia, non prima – avevo l’abitudine, viaggiando in autobus, di agganciare magicamente delle “fatine guerriere” ai bambini. Quando vedevo un bambino, immaginavo una piccola fatina con tanto di ali e una spada nella mano, la costruivo velocemente nella mia testa e poi la proiettavo nell’aura del bambino dandole un compito: «Proteggi sempre questo bambino dalle influenze negative!». Recitavo un Padre Nostro, la salutavo e la lasciavo al suo compito. Periodicamente, facevo - e faccio ancora - una piccola meditazione per vivificare al contempo tutte le fatine che avevo creato fino a quel momento, affinché restassero sempre attive.

Questo è un atto magico che richiede un certo grado di responsabilità e implica una certa capacità di visione: in altre parole, dovete sapere cosa state facendo e perché, cioè qual è l'esatta intenzione. Quindi non lo sto consigliando. Ma al di là di quelle che sono le vostre predisposizioni “magiche” personali, tenete comunque conto del fatto che ovunque andiamo, lasciamo tracce della nostra energia, in tutti i luoghi e su tutte le persone e gli oggetti che tocchiamo. Dove passano gli iniziati o addirittura i maestri, l’etere stesso viene vivificato e illuminato e questo contribuisce a fare stare meglio le persone che si trovano a transitare di lì. Magari solo per qualche istante, i loro pensieri divengono più sereni e disponibili verso qualcuno a cui stavano pensando oppure si sentono meno preoccupati riguardo un problema che li assillava.


Se vi sentite al Servizio cominciate a dimostrarlo con i fatti, altrimenti nessun compito più elevato vi sarà mai affidato. Quando sostate per qualche minuto in un luogo, pensate – o, se siete soli, pronunciate – frasi rivolte al bene: «Possano tutti coloro che sosteranno in questo luogo essere toccati dall’amore... aprire la propria coscienza... perdonare qualcuno con cui sono in conflitto... ecc». Benedite i posti dove sostate, le case, i negozi, gli autobus o le auto in cui entrate, le persone a cui stringete la mano o quelle a cui date e da cui ricevete dei soldi. Benedite i soldi stessi che cambiano di mano.
«Che la luce e la serenità scendano su questa casa... su questo negozio... ecc».
«Che questo denaro ti porti fortuna e serenità».
«Ti ringrazio per questo denaro e ti auguro fortuna e serenità».


Se passate la maggior parte del vostro tempo a criticare situazioni e persone, poi non stupitevi di non riuscire a vivere delle vite serene o di sentirvi inutili.


Salvatore Brizzi
[Il mondo è bello, siamo noi ad esser ciechi]

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

giovedì 20 dicembre 2018

CHI ERI...

Quando per la prima volta ti rendi conto dell’insufficienza di una sola vita per poter capire te stesso e il mondo, allora apri la prima pagina del libro “Le mie vite passate”. Sei pronto a credere a ciò che racconta di te un “iniziato” di turno, leggi dei testi, persino quelli più sofisticati (buddhisti, per esempio), scavi nei tuoi ricordi, annotando tutti i probabili “dejà vu”, e ce l’hai con il tuo “terzo occhio” perché non è sufficientemente aperto, accidenti.


Poi, mentre la vita va avanti, impegnandoti in altri argomenti di importanza vitale, inizi a capire che in queste parole c’è davvero qualcosa:

"- DOMANDA: Vorrei tanto sapere chi fossi nelle mie vite passate...

- RISPOSTA DEL SE' SUPERIORE: l'informazione sulle centinaia (o migliaia) delle incarnazioni passate non è attuale. Perché?
Per un motivo: tutto ciò che è davvero importante si trova nella tua incarnazione di adesso. Così, è più efficace spendere l'energia per imparare le lezioni ora, piuttosto che impegnarla per studiare le faccende dei secoli passati. Spesso lo studio appassionato delle vite passate non è altro che la fuga dalla realtà, dalle lezioni che devi imparare, dalla necessità di perfezionarti.


LA RUSSIA ESOTERICA E SCIENTIFICA.
Tutto ciò che ti occorre, c'è QUI. ORA."

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

sabato 15 dicembre 2018

ADVANCED MIND INSTITUTE , SCONTI SU TUTTI I PROGRAMMI

































SALDI DI FINE ANNO!!!

DA OGGI E FINO AL 31 DICEMBRE 2018: 

- 25% SU TUTTI I PROGRAMMI (eccetto "Neuromatrix" e "Neuromatrix 2.0)

Fatevi un regalo di Natale!

Advanced Mind Institute

vai al negozio 


http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

mercoledì 12 dicembre 2018

Unalome Simbolo Buddhista


Unalome [o Unaalome] è un simbolo della tradizione buddhista che rappresenta il percorso dell'individuo che si dipana lungo la vita.

Il sentiero comincia dal centro della spirale... In mezzo ad un mulinello l'uomo è preda di confusione, paure, dubbi, incertezze.

Poi pian piano la consapevolezza rischiara il percorso e si esce dalla spirale.

ella seconda parte del simbolo: l'osservazione porta alla comprensione che ci sono alcune cose che ci incatenano in circoli viziosi. Sembra di procedere in avanti, ma si torna indietro. Come una sorta di maledizione: quando si ha l'impressione di aver compreso, ecco che sembra che gli eventi ci dimostrino proprio il contrario.

Questa continua osservazione porta però nuova luce: più si osserva, più questa paradossale parte a zig-zag si riduce, e pian piano si giunge ad una linea retta.

La linea retta rappresenta la comprensione definitiva... A questo punto basta solo un po' di coraggio per tuffarsi. Alla fine della linea c'è un burrone (lo spazio fra la fine della linea e il puntino).

La comprensione definitiva infatti non è altro che la certezza che tutto è mistero e che nulla può quindi essere compreso e controllato. Si può solo vivere... lasciandosi andare nell'immenso oceano privo di certezze dell'esistenza
http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa


giovedì 6 dicembre 2018

GURU

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa





The wild 1970s. The search for new consciousness, spirituality and sexual liberation. In England, the young Hugh hears of spiritual teacher Bhagavan Shree Rajneesh from listening to a cassette. He travels to India on a journey in search of himself. The young Indian girl Sheela is being taken to the charismatic guru by her father and knows at the age of twenty-one that being with this man is everything she wants. In his ashram in Poona, Bhagwan has his disciples practice meditation and tantric sex to attain higher consciousness. Hugh witnesses the rise of the guru while serving as his bodyguard. Sheela becomes his personal secretary and the powerful boss of Bhagwan‘s model commune, which grows up in the mountains of Oregon during the 80s. It is here that five thousand young people attempt to create an ideal community by way of example to the world. The guru, who is derided in the Western press throughout the 70s as a „sex-guru“, makes headlines with his Rolls-Royces. The dream ends as a nightmare with Hugh suffering a spiritual breakdown and Sheela in prison. When did it all begin to go wrong? »GURU – Bhagwan, His Secretary & His Bodyguard« – a spiritual journey to the depths and shallows of the human soul. Festivals & Awards

lunedì 3 dicembre 2018

Gurdjieff quote

Bisogna imparare a dire la verità. Per dire la verità, bisogna essere diventati capaci di conoscere che cos'è la verità e che cos'è la menzogna. Soprattutto in se stessi.
Georges Ivanovic Gurdjieff

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa

Se mi hai amato, ...


























Se mi hai amato,
per te, io vivrò per sempre.
Vivrò nel tuo amore.
Se mi hai amato,
il mio corpo scomparirà,
ma per te, io non potrò mai morire.
Anche quando me ne sarò andato,
so che tu mi verrai a cercare.
Certo,
ho fiducia che tu verrai a cercarmi
in ogni pietra
e in ogni fiore
e in ogni sguardo
e in tutte le stelle.
Posso prometterti una cosa:
se mi verrai a cercare,
mi troverai... in ogni stella
e in ogni sguardo...
perché se hai veramente amato un Maestro,
con lui sei entrato nel Regno dell'Eterno.
Non è una relazione nel tempo,
dimora nell'assoluta atemporalità.
Non ci sarà morte alcuna.
Ιl mio corpo scomparirà,
il tuo corpo scomparirà,
ma questo non farà una gran differenza.
Se la scomparsa del corpo
creasse una pur minima differenza,
dimostrerebbe soltanto
che tra noi non è accaduto l'amore.
L'amore è qualcosa al di là del corpo.
Ι corpi vanno e vengono,
l'amore permane.
L'amore ha in sé il gusto dell'eterno:
è senza tempo, eterno, immortale.

❤️OSHO❤️

http://divinetools-raja.blogspot.it La Via del Ritorno... a Casa