lunedì 22 dicembre 2014

programma gratuito anti-fumo




Le frequenze usate in questo programma stimolano la forza di volonta' e l'energia portano equilibrio
e senzazioni di gioia di guarigione e soddisfazione è proprio il senso di insoddisfazione per cui le persone bevono alocolici o fumano

Cioè il meccanismo di azione di questo programma è la seguente: si verificano nel nostro cervello battiti binaurali che  agiscono proprio sul senso di soddisfazione del nostro cervello, sostituisce cosi' la procedura di tabacco o di alcol come stimolazione delle aree del cervello


Da ascoltare un paio di volte al giorno, o quando si verifica il bisogno di una sigaretta. Attenzione: si consiglia di ascoltare questo programma nella prima metà della giornata (fino a circa 5 ore di sera).
perche' potrebbe causare insonnia ma se ci si rende conto che si puo' dormire tranquillamente anche dopo l'ascolto ok anche di sera
Il programma, è da ascoltare con grande attenzione, non permettendo alla vostra coscienza di essere distratti.

il programma è un aiuto in piu' a chi vuole realmente smettere di fumare o di bere alcoolici
ma senza sforzo di volonta' non avra' nessun effetto

da ascoltare con cuffie stereo o auricolari

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa


sabato 20 dicembre 2014

IL METODO KAHUNA


I Kahunas Hawaiani sono preti e insegnanti con marcate abilità guaritrici, poteri soprannaturali, e alcuni hanno l'abilità di cambiare il futuro.
Se un Kahuna ha bisogno di informazioni che riguardano il futuro o certi altri aspetti della vita, egli prega il suo Aumakua o Spirito Guida.
L'Aumakua, secondo la credenza Hawaiana, è lo spirito di un Avo morto, che con Amore lo guida e lo protegge.
Esso è come un Angelo Custode, che fluttua accanto ad ognuno di noi, sempre molto vicino tanto da poterlo chiamare o invocare con la preghiera.
Ogni volta che accade di avere una convinzione molto forte riguardo una verità, o abbiamo una profonda sensazione o intuizione su qualcosa, quasi sicuramente è un messaggio del nostro Angelo Custode o del nostro Se Superiore.

I Kahunas Hawaiani, un potente ordine di sacerdoti, credono che ognuno di noi sia un creatore della propria condizione vitale.
Ciò significa che Tu hai creato la situazione in cui ti trovi!
Ora potresti obiettare dicendo che di certo non hai voluto creare il tuo precario stato di lavoro, o la tua mancanza di soldi, o la tua solitudine sentimentale... e chissà quante altre situazioni spiacevoli che ti sei trovato a vivere e che, coscientemente, non avresti mai voluto vivere!
Guardando questo Video potrai facilmente capire come hai creato Tu ogni evento della tua vita e soprattutto come puoi cambiarlo, o migliorarlo!
Tu ora hai la possibilità di fare una scelta, continuare a creare situazioni poco piacevoli nella tua vita o capire e mettere in pratica delle tecniche capaci di cambiare il tuo atteggiamento verso la tua esistenza!
Puoi aggrapparti alle condizioni presenti o puoi decidere che bisogna cambiare, e allora sostituisci o ricrei le condizioni che non ti piacciono!

http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

QUELLO CHE VEDI NEGLI ALTRI E' DENTRO DI TE


Quando vedi rabbia negli altri,
va e scava profondamente dentro di te
e vedrai che quella rabbia si trova anche lì.
Quando vedi troppo ego negli altri, va semplicemente dentro di te
e vedrai quell'ego seduto lì dentro. La dimensione interiore opera come un proiettore: gli altri diventano schermi e tu inizi a vedere dei film su di loro, che di fatto sono solo i nastri registrati di ciò che tu sei.


(Osho, Il gioco delle emozioni)

http://divinetools-raja.blogspot.it/
La Via del Ritorno... a Casa



Il Gioco delle Emozioni
Liberarsi da rabbia, paura e gelosia
Voto medio su 8 recensioni: Da non perdere
€ 9.5

venerdì 19 dicembre 2014

LA LEGGE DEL PENDOLO: GLI OPPOSTI



Come un pendolo oscilla tra un lato e il lato opposto, possiamo trovare tale modello e legge in natura.

Nel cambiamento delle stagioni dall'inverno all’estate e viceversa, nel movimento della marea, nel moto delle onde, e così via.


In noi stessi é come se ci fossero molti pendoli, perché quello che c’è nell’Universo c’è anche in noi stessi.

Possiamo notare che abbiamo pendoli che oscillano tra il “piacere” e il “dispiacere” tra il desiderio e il disgusto, tra l'affermazione e la negazione, tra la certezza e il dubbio,

Questi pendoli hanno periodi diversi, cioè - diverse lunghezze di oscillazione -, e come gli orologi, alcuni vanno più in fretta, alcuni vanno più lentamente nello stesso tempo,

Cioè essi oscillano più lentamente o più rapidamente tra segni opposti. C’è anche il periodo delle nostre vite che oscilla tra i segni opposti di vita e morte.

Questo é il periodo della vita. Noi oscilliamo fisicamente tra la nascita e la morte, ma non conosciamo l'oscillazione opposta.

Tutte le cose oscillano avanti e indietro. Come tra forze limitanti o controllanti. Non dovete pensare che quando si dice che le cose oscillano questo significa che non c’è una legge che le governa. Significa che stanno funzionando forze controllanti.

Dal libro dell'Ecclesiastico: tutte le cose sono doppie, ” una contro l’altra”.
Che vuol dire che una cosa è doppia?
Per ogni cosa c’è un opposto attraverso il quale esiste, e per mezzo del quale è opposta.

Come esempio, la luce comprende il buio come suo opposto. e la luce il buio, ed insieme essi formano una cosa, una cosa doppia che possiamo chiamare “luce-buio”, una cosa che divisa diventa o luce o buio.

O, per prendere un esempio psicologico: Il dolore e la gioia sono opposti. Essi sono uno contro l’altro, ed insieme sono una cosa che é doppia. che noi possiamo chiamare “gioia-dolore”. Notate anche che la gioia distrugge il dolore e il dolore la gioia.
Gli opposti sono inseparabili, sebbene una sia contro l’altra, cioè non potete avere l’una senza l'altra, come non potete avere un bastone con una sola estremità.

A questo proposito paragoniamo quanto riportato dall’Ecclesiastico:

“Tutte le cose sono doppie, una contro l'altra”.

Da una scuola di Alessandria: "Ciò che è formato di entrambi gli opposti è uno, e quando questo uno si divide, appaiono gli opposti”.

Un altro antico riferimento agli opposti, nel secondo libro di Esdra, nel “Vecchio Testamento Apocrifo”:

“I legni degli alberi dei campi si riunirono e tennero consiglio, e dissero, Andiamo e facciamo guerra al mare che deve andarsene in modo che possiamo avere più legno.

Anche le onde del mare tennero consiglio e dissero, andiamo a sottomettere il legno della pianura in modo che possiamo avere per noi più terra.

Il consiglio del legno fu inutile perché il fuoco lo distrusse; anche il consiglio delle onde del mare fu inutile, perché la sabbia le fermò."

Qui cé l’idea che ogni cosa è mantenuta in equilibrio per mezzo della legge degli opposti: una cosa ne controlla un’altra.

Il legno pensa che dominerà il mondo ed Il fuoco lo consuma; il mare pensa di sommergere le pianure, ma la sabbia glielo impedisce.

Lo sconosciuto scrittore di Esdra usa immagini fisiche per rappresentare delle forze che agiscono in natura, che mantengono ogni cosa entro certi limiti e perciò impediscono che una cosa prevalga sempre.

Potete pensare ad infiniti altri casi in cui una cosa ne controlla un’altra. Pensate per un momento come ogni creatura vivente viene attaccata e mangiata da qualche altra creatura in modo che viene mantenuto un equilibrio.

Questo equilibrio e il risultato del lavoro degli opposti.

La legge del pendolo indica che c’è un’oscillazione in avanti e una indietro in tutte le cose, ma dopo un punto, in entrambi le direzioni c’è un arresto e comincia ad esercitarsi la forza opposta.

Qualche volta questo lo possiamo vedere anche nelle esperienze psicologiche come quando un uomo è violento contro qualcosa e prende un atteggiamento estremo, ed improvvisamente oscilla al punto di vista opposto.

Molti fenomeni di improvvisa conversione appartengono a questa oscillazione del pendolo. Questo, è il caso di Paolo, che perseguitò la Chiesa primitiva con la più grande energia e odio ed improvvisamente ebbe un’esperienza che lo fece girare nella direzione opposta.

A questo punto devo dirvi che non è facile vedere il funzionamento delle forze opposte perché esso é sempre doppio e richiede pensiero doppio. Noi pensiamo in termini di una cosa, paragonandola con un’altra. Noi non pensiamo in termini di due cose separatamente.

Noi pensiamo in termini di una forza, troviamo difficile pensare in termine di due forze, e impossibile in termine di tre forze.

Ora però stiamo parlando di due forze opposte nella loro natura, che governano o limitano tutte le cose, e impediscono troppo eccesso o troppa mancanza.

Tutti i fenomeni, tutte le cose visibili, tutti gli avvenimenti, tutta la vita sulla terra hanno luogo tra forze opposte, o poli opposti, ora oscillando da una parte e ora dall'altra, così che la guerra segue la pace e la pace la guerra; la carestia segue l'abbondanza e l'abbondanza la carestia; e così via.

Quando cominciamo a realizzarlo, possiamo capire che il tempo è diverso in tempi diversi e capiamo che se abbiamo un buon tempo oggi, possiamo avere un cattivo tempo domani..
Tutto cambia, il cambiamento é l'unica costante!

Spero che il testo vi abbia suscitato riflessioni e nuovi punti di vista.. Nei prosdimi post continueró a riportarvi le idee di Nicoll e Claudio Buffa.

Buon proseguimento, abbraccio di luce!

Gianni Amejo

http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

giovedì 18 dicembre 2014

THETA PROGRAM








http://divinetools-raja.blogspot.it/La Via del Ritorno... a Casa


Questo programma consente di inserire lo stato theta, utilizzando la tecnica di battiti binaurali. In pochi minuti potrete godere di un piacevole relax: battiti binaurali aiutare il vostro cervello entrare in uno stato meditativo. L'effetto di questo programma può essere molto forte, soprattutto se si ascolta regolarmente.




Quando parliamo di Onde Theta intendiamo il sintonizzarsi su una particolare frequenza.

Theta è il nome di una delle cinque onde celebrali, e le frequenze di queste onde prodotte dal cervello si chiamano Alpha, Beta, Gamma, Delta e appunto Theta.

Le onde cerebrali theta (4-7 cicli al secondo) sono quelle che corrispondono a uno stato di rilassamento profondo o di sonno, o di ipnosi.
Questo è stato verificato con esperimenti specifici.
Gli scienziati utilizzando macchine ECG, hanno potuto monitorare e osservare che gli operatori entrano in uno stato di onde Theta.
Ordinari, o straordinari che siano, tutti gli stadi della nostra coscienza sono dovuti all'incessante attività elettrochimica del cervello, che si manifesta attraverso "onde elettromagnetiche": le onde cerebrali, appunto.
La frequenza di tali onde, calcolata in “cicli al secondo”, o Hertz (Hz), varia a seconda del tipo di attività in cui il cervello è impegnato e può essere misurata con apparecchi elettronici. Gli scienziati suddividono comunemente le onde in "quattro bande", che corrispondono a quattro fasce di frequenza e che riflettono le diverse "attività del cervello".

Onde Delta Hanno una frequenza tra 0,5 e 4 Hz e sono associate al più profondo rilassamento psicofisico. Le onde cerebrali a minore frequenza sono quelle proprie della mente inconscia, del sonno senza sogni, dell'abbandono totale. In questo senso vengono prodotte durante i processi inconsci di autogenerazione e di autoguarigione.

Onde Theta - La loro frequenza è tra i 4 ed i 7/8 Hz e sono proprie della mente impegnata in attività di immaginazione, visualizzazione, ispirazione creativa. Tendono ad essere prodotte durante la meditazione profonda, il sogno ad occhi aperti, la fase REM del sonno (cioè, quando si sogna).
Nelle attività di veglia le onde theta sono il segno di una conoscenza intuitiva e di una capacità immaginativa radicata nel profondo. Genericamente vengono associate alla creatività e alle attitudini artistiche.

Studi scientifici dimostrano che le onde theta possono:
1. alleviare lo stress e promuovere una duratura e sostanziale diminuzione dell'ansia nelle persone che ne sono soggette;
2. facilitano un profondo relax fisico e chiarezza mentale;
. aumentano la capacità verbale e la performance I.Q.;
4. sincronizzano entrambi gli emisferi del cervello;
5. invocano immagini mentali vivide e spontanee, il pensiero immaginativo e creativo, riducono il dolore, promuovono l'euforia e stimolano il rilascio di endorfine.





Lo stato theta quindi è uno stato della mente dove si può cambiare la realtà all'istante, tutte le persone le possono utilizzare per uscire dalle loro problematiche e guarire se stesse, gli altri e anche il pianeta.


Lo stato theta crea una stretta connessione con la fonte creativa dell'universo e dona una potente capacità di lavorare con il subconscio. Ci si puo connettere a questa energia grazie ad uno stato di coscienza "straordinario", che fa, però, parte della nostra comune esperienza: quando ci sentiamo particolarmente creativi, insolitamente intuitivi, eccezionalmente lucidi, profondamente rilassati.
Per entrare in mente analogica bisogna varcare una determinata soglia.
Quella soglia è data dalla frequenza degli 8 hertz.


Fonte
http://cronacainvestigativa.blogspot.it/p/onde-theta.html

mercoledì 17 dicembre 2014

Ecco 7 comportamenti che crediamo negativi, in realtà ottimi per la salute



Sbagliamo a trattenere le emozioni forti. Sentimenti che nella loro violenza prendono il sopravvento sul nostro raziocinio e ci scuotono tanto da darci la sensazione di farci del male. Lasciarsi andare in realtà resta l’unico modo per dare vantaggi alla nostra salute e a noi stessi.

È inutile far violenza sui nostri istinti. Quegli atteggiamenti che attribuiamo a debolezze puramente umane e riteniamo dannosi possono essere infatti positivi. Ecco una lista di sette comportamenti che siamo abituati a ritenere negativi, ma in realtà fanno bene alla salute:

Arrabbiarsi

Lasciarsi andare a qualche sfuriata liberatoria può creare un cambiamento positivo nella nostra vita. La rabbia è semplicemente un sentimento che nasce in noi quando subiamo un torto e ci sentiamo insultati da un comportamento sbagliato. La cosa importante è incanalare l’energia provocata dalla reazione irosa, provando a sovvertire la situazione che ci ha urtato. Sbaglia chi rifiuta la rabbia o non la sfoga, preferendo l’apatia dell’accetazione o il rancore. La rabbia è lì per un motivo, per proteggervi o per liberarvi.

Piangere

Alle volte ce ne vergogniamo. Nascondiamo le lacrime che denunciano la nostra debolezza, il nostro esserci rimaste male, il nostro orgoglio ferito. Ma mostrarci vulnerabili non è necessariamente negativo. Può aiutare chi ci sta accanto a capire qualcosa di te e a sostenerti quando ne hai bisogno. Le lacrime, così come la rabbia, sono uno sfogo necessario per il nostro corpo.

Infrangere le regole

La trasgressione delle regole è stata associata negli anni a figure che hanno fatto la storia, sovvertendo lo status quo, per dar vita a cambiamenti positivi di cui ancora oggi beneficiamo. Ricorda sempre che le leggi sono state fatte dagli uomini e errare è umano. Decidi autonomamente cosa è giusto e cosa è sbagliato. E se dogmi consolidati negli anni si frappongono tra quello che per te è giusto abbi il coraggio anche tu di lottare per dar vita a un nuovo cambiamento.

Non ascoltare

I consigli degli altri, per quanto possano nascere dalle migliori intenzioni, non ti spingono necessariamente verso una via più corretta di quella indicata dal tuo istinto. Riponi più fiducia nelle tue sensazioni, non lasciarti demotivare da chi ritiene scorretta una tua mossa. Avvaliti delle tue convinzioni per portare avanti i tuoi comportamenti e ignora chi ti spinge in direzione contraria.

Sentirsi persi

Quante volte ci sarà capitato di perderci in una città che non conosciamo. Nel tentativo di trovare la strada giusta abbiamo esplorato luoghi, altrimenti mai visti e una volta raggiunta la meta ci siamo sentite più in confidenza con quella città, ci è parso di conoscerla maggiormente. Lo stesso concetto vale quando sentiamo di aver smarrito noi stessi. Il disorientamento aiuta ad aver maggior consapevolezza di alcune nostre reazioni e modi di essere. Ritrovare la “retta via” ci rende più consapevoli di ciò che siamo e più padrone di noi stessi

Non adattarti

È quasi un istinto di sopravvivenza. Moduliamo la nostra personalità a seconda delle situazioni nelle quali ci troviamo per non sentirci inadeguati, goffi e fuori posto. Vivere all’infuori del “socialmente accettato” può alle volte semplicemente voler dire di avere una personalità che è riuscita a mantenersi estranea ai trabocchetti dell’omologazione. Ti renderai conto come essere te stessa nella tua diversità possa risultare anche maggiormente affascinante.

Stare soli

Se è vero che la felicità è reale solo condivisa, è bene anche far attenzione a chi scegliamo per condividerla. In qualche periodo della nostra vita può capitare di trovarci circondati da meno persone del solito. In alcuni casi questo potrebbe voler dire che abbiamo deciso di allontanare da noi chi non meritava di starci accanto. Il valore della solitudine è fondamentale per la nostra esistenza. Circondarsi costantemente di persone non ci dà modo di fermarci per ragionare su noi stessi. La solitudine, d’altronde, viene spesso ricercata dagli artisti, per dar vita alle loro produzioni più sentite.

i 10 comandamenti di OSHO


Io sono contrario a ogni sorta di comandamenti, tuttavia, tanto per divertirci però, eccoti un elenco:


1. Non obbedire ad alcun ordine all’infuori di quello interiore.

2. L’unico dio è la vita stessa.

3. La verità è dentro di te, non cercarla altrove.

4. L’amore è preghiera.

5. Il vuoto interiore è la porta della verità, è il mezzo, il fine e la realizzazione.

6. La vita è qui e ora.

7. Vivi totalmente desto.

8. Non nuotare, galleggia.

9. Muori a ogni istante, così da poter rinascere ogni istante.

10. Smetti di cercare. Ciò che è, è: fermati e guarda.

Osho – “Una tazza di Tè”


http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa

martedì 16 dicembre 2014

PRIGIONIERI DI CRONOS

Nel momento in cui comprendiamo profondamente che futuro e passato non hanno alcuna esistenza reale, il momento presente, che prima non percepivamo nemmeno, si espande e prende il loro posto. Il Qui-e-Ora diviene allora padrone in casa propria.

[... ... ...]

Ciò che ci tiene prigionieri di Cronos è l’illusione che esistano il passato e il futuro. Questa illusione ci fa credere che lo scorrere del tempo sia qualcosa di reale: è esistita la giornata di ieri, esisterà quella di domani, quindi io mi sto muovendo tra il passato e il futuro. Invece non è così. Questo è il grande inganno di Cronos.



[... ... ...]

La mente non può farlo. La mente è terrorizzata dall’idea che voi possiate restare nell’istante presente - divinamente sereni e sicuri di voi stessi - senza più preoccuparvi di cosa accadrà in futuro e senza più perdere ore nel rielaborare il passato. Perché la mente è fatta proprio di queste stupidaggini. La mente è come un talk show televisivo: si parla di tutto ma non si dice mai niente, si esprimono solo opinioni, non verità. Ci si incontra, ognuno dice la sua su un dato argomento e poi si torna a casa, ignoranti come prima. La mente è la stessa cosa, è uno stupido animale sempre al lavoro, non riposa mai, ha sempre qualcosa da pensare, un parere da esprimere, perché questo continuo dialogo interno la mantiene in vita, ma allo stesso tempo non sta facendo niente di utile per nessuno.

[... ... ...]

L’istante presente è una “singolarità”, come si dice in termini scientifici e filosofici, cioè un non-luogo nel quale non sono più valide le leggi ordinarie.

[... ... ...]

Salvatore Brizzi
NON DUCOR DUCO
(non vengo condotto, conduco)

http://www.salvatorebrizzi.com/2014/12/guerrieri-metropolitani.html
http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa



Guerrieri Metropolitani - Libro
Combattere fuori per vincere dentro - La filosofia degli sport da combattimento
€ 10

IL POTERE DEI MUDRA






Il concetto di Mudra trae origine dal sanscrito e signfica 'sigillo'. Sillabando 'mud' sta per gioia e 'ra' suscitare. In parole povere un Mudra è UN SIGILLO CHE APPORTA GIOIA. Sono semplici gesti o atteggiamenti delle mani, che chiunque è in grado di compiere, ma hanno il valore di complicati esercizi di Yoga. Tenere le dita in una certa posizione per alcuni minuti è un Mudra che agisce sul corpo, sullo spirito e sull'anima.

vedi anche
http://divinetools-raja.blogspot.it/2012/11/i-mudra-gesti-sacri-di-energia.html



http://divinetools-raja.blogspot.it/ La Via del Ritorno... a Casa